Manuela Tagliani

Articoli

Casa dolce casa

21/04/2009

Non sorprende che i miliardari possano vivere in case sontuose in giro per il mondo. Quello che colpisce di più è che spesso le case paiano uscite da un film.


Anche i ricchi piangono miseria

20/04/2009

Rispetto agli anni passati la classifica di Forbes ha messo in luce, se mai ce ne fosse stato bisogno, che la crisi è stata democratica, riducendo il patrimonio di tutti.L’ultima classifica ha contato 793 persone, con un declino del 30% dai 1.125 che erano stati classificati solo un anno prima.


Rank 19 e 20: i filantropi fratelli Koch

17/04/2009

I due fratelli difendono molto la loro privata, per cui è molto difficile trovare informazioni a riguardo. Non può dirsi lo stesso per l'azienda di famiglia.


La settimana di JC Associati

02/03/2009

Settimana contraddittoria in cui si sono alternate notizie negative come i dati macroeconomici (addirittura del 6,2% il calo del PIL nel quarto trimestre negli Stati Uniti) e gli utili aziendali (-35% circa per le oltre 400 società dell’S&P500 che hanno riportato i dati del quarto trimestre 2008) che indicano una profonda recessione, a notizie positive come le assicurazioni della FED e dell’Amministrazione Obama, circa l’intenzione di non nazionalizzare (se non strettamente necessario) il sistema bancario statunitense.


Tentativo di recupero dei CCT: motivazioni e prospettive

08/01/2009

CCT in ripresa dopo il calo registrato nel secondo semestre 2008, grazie al rientro dello spread richiesto dagli investitori, nei confronti dei titoli di stato italiani, mentre continuano a pesare i rendimenti dei BOT, ancora vicini ai minimi storici. Da un’analisi comparativa risulta che i CCT sono ancora sottovalutati rispetto ai BTP.


La settimana secondo JC Associati

12/12/2008

Il quadro generale in via di miglioramento viene messo nuovamente in discussione per la mancata approvazione al Senato degli Stati Uniti (dopo un voto positivo del Congresso) di un prestito ponte ai primi tre produttori automotive.


Una settimana di alti e bassi, volatilità regina

18/10/2008

Al di là delle performances settimanali, un record è stato toccato su molte classi di investimento: quello della volatilità.Alcuni movimenti sono stati infatti totalmente erratici e completamente scollegati dai fondamentali.La ragione sottostante è probabilmente il processo di aggiustamento in corso nel settore finanziario.


Deflazione: il nome del prossimo spauracchio dei mercati finanziari

09/10/2008

Qualche mese fa si parlava insistentemente del rischio di “stagflazione”; cioè la combinazione di elevati tassi di inflazione e recessione (o bassa crescita economica). Adesso si parla invece con grande insistenza di recessione e depressione (i timori per l’inflazione sembrano ormai lontani anni luce). Tra qualche mese, una volta che i mercati si saranno assuefatti alle aspettative di crescita economica negativa (speriamo ovviamente non ai livelli della crisi del 29), il nuovo spauracchio dei mercati e dei Banchieri Centrali potrebbe diventare quello della “deflazione” (cioè prezzi dei beni di consumo in discesa).


Il governo argentino prepara un’offerta per i bondholders?

02/10/2008

E’ notizia di questi giorni che il Governo argentino starebbe preparando una proposta per tutti i possessori di obbligazioni di Bond argentini che nel 2005 non aderirono alla prima offerta di scambio.L’operazione sarebbe in fase di studio con alcune banche internazionali e avrebbe l’obbiettivo di consentire al Governo argentino di poter tornare sui mercati internazionali del debito.


Mercati: cosa succede ora?

30/09/2008

Il voto contrario al piano di salvataggio delle banche (e della congiuntura economica) del piano del segretario del Tesoro Paulson da parte del Congresso degli Stati Uniti ha avuto un impatto molto negativo sul mercato.


Nuovi sviluppi per la crisi finanziaria

24/09/2008

Perchè il Congresso temporeggia? Da un lato ci sono alcuni repubblicani ortodossi che ritengono che non ci debbano essere interventi delle autorità dall'altro parte della forza democratica che vorrebbe inserire un nuovo piano di aiuti per le famiglie (ci sarà il tempo successivamente...).


Le banche centrali garantiscono, ma la prudenza è ancora d'obbligo

22/09/2008

La settimana più difficile del 2008 (per ora) si è chiusa con una esplosione della volatilità al rialzo che induce comunque alla cautela. Il petrolio è tornato verso i 100 dollari, e l'oro ha continuato a essere ben comprato, con un dollaro tornato a indebolirsi.Nel reddito fisso il mercato ha puntato sui governativi meno rischiosi, e la preferenza continua a essere per titoli brevi o a tasso variabile.


Dollaro, petrolio, Fannie, Lehman… per fortuna è venerdì

12/09/2008

Il salvataggio annunciato dei due colossi dei mutui, e la lenta agonia di Lehman Brothers non sono stati gli unici temi della settimana. Il dollaro ha continuato a rafforzarsi, il petrolio a indebolirsi. Nella prossima settimana forse avremo un consolidamento, con il dollaro in area 1,44 e il petrolio a 110$. Per il reddito fisso rimane invariata la preferenza per tassi variabili e scadenze brevi.


Male le azioni, bene i bond. Succede ancora, a volte…

09/09/2008

In una situazione nella quale i mercati azionari e le commodity perdono velocemente valore, il mercato obbligazionario recupera le sue caratteristiche anticicliche e di controbilanciamento dei mercati azionari.Il breve termine e il tasso variabile sembrano ancora da preferire.


Risultati sull’altalena per le principali banche italiane

09/09/2008

La scorsa settimana sono state pubblicate le semestrali di diversi istituti e i risultati non sono stati per niente omogenei. Non solo la crisi del credito ma anche la gestione dei singoli istituti ha influenzato i risultati dei primi sei mesi dell’anno.


Buone opportunità con i CCT

04/09/2008

I CCT hanno sofferto in modo particolare dello spread crescente tra Bot e Euribor, perdendo valore in modo molto marcato salvo recuperare nelle ultime settimane. Rimangono però uno strumento importante e a basso rischio, che in questo momento offre anche interessanti possibilità di rivalutazione.


Il ritorno all'azionario non è vicinissimo, però…

25/08/2008

Il calo del prezzo del greggio e della domanda penalizzano il comparto delle commodity, ma consentono qualche ottimismo, in una fase nella quale l'aumento dell'inflazione è una realtà e non un timore. La grande liquidità disponibile per ora va sull'obbligazionario a breve, ma non è detto che con il chiarirsi degli scenari ci possa essere un ritorno evidente sull'azionario, per ora caratterizzato da una grande rotazione settoriale.Sul reddito fisso continuano a essere preferiti i tassi variabili e le scadenze brevi.


La buona salute delle banche è cruciale per i bond

21/08/2008

Questo mese di agosto sembra aver interrotto alcune importanti tendenze che avevano caratterizzato il primo semestre 2008: in particolare la debolezza dell’Euro e la crescita dei prezzi delle materie prime.Sul fronte dei tassi di interesse invece, si è registrata una significativa riduzione dei livelli a partire dalla scadenza a 2 anni, mentre rimangono su valori decisamente elevati (sopra il 5%) i tassi Euribor a 6 e 12 mesi.


Obbligazioni a dodici mesi, un vero affare…

07/08/2008

La curva dei tassi in Euro è inclinata negativamente, a volte succede, e in più ha un picco nella scadenza a dodici mesi. Cerchiamo di capirne le cause, ma l'elemento certo è che per chi vuole investire in obbligazioni l'investimento in titoli a un anno in questo momento è il più conveniente.


Non solo ombre sul mercato, soprattutto se il petrolio scende…

06/08/2008

L’ultima settimana di luglio, in attesa del mese di agosto tradizionalmente molto volatile a causa della limitata liquidità, si è contraddistinta per un calo della volatilità sulle principali asset class.Il calo del prezzo del petrolio consente un maggiore ottimismo, e anche se le ombre continuano a superare le luci, qualche segnale positivo si sta verificando.in ogni caso la congiuntura debole dovrebbe portare a escludere irrigidimenti nella politica monetaria, pur se a fronte di pressioni inflazionistiche elevate.


Osservatorio Private Banking: Personal concierge & life style

05/08/2008

Il Personal Concierge aiuta a risolvere svariati problemi organizzativi, offre una serie di privilegi esclusivi (viaggi, shopping, eventi,…) pensati per rendere più piacevole la giornata ed il tempo libero, servizi di Life Style che vanno dai servizi alla persona, trasporti, abitazioni, ristorazione,…ed è in grado di realizzare in poco tempo per la propria clientela facoltosa tutti i sogni, anche quelli più incredibili.


Osservatorio Private Banking: consulenza in preziosi

04/08/2008

Tra le politiche di diversificazione degli investimenti anche i diamanti e le pietre preziose rappresentano una concreta opportunità. Costituiscono un bene rifugio per eccellenza soprattutto in periodo di forte volatilità dei mercati finanziari. A differenza delle opere d'arte sono facilmente trasportabili inoltre essendo beni anonimi possiedono lo stesso vantaggio fiscale (non sono imponibili fiscalmente).