Consulenza – Una moda, un'opportunità o una bufala?

A
A
A

Cresce la confusione intorno al tema dei consulenti finanziari. C’è chi li considera simili ai promotori, chi li ritiene una moda e chi ne parla come di una valida alternativa. Un convegno prova a fare chiarezza sulla questione, eliminando pregiudizi e qualunquismi.

di Francesco D'Arco31 marzo 2009 | 13:30

Per qualcuno non esistono, sono un’invenzione o quasi una “bufala”. Per altri sono solo una moda momentanea spinta dalla crisi dei mercati e da quella del risparmio gestito. Stiamo parlando del mondo dei consulenti finanziari cosiddetti indipendenti che molti ignorano e altri descrivono come una tendenza che andrà scemando con il tempo.

La verità è però un’altra. Il mondo della consulenza finanziaria è un mondo reale fatto di professionisti che cercano, e presto avranno, un riconoscimento istituzionale. Altrimenti poco si spiega il lavoro svolto in questi anni dall’onorevole Emanuele Fiano (PD) e dal senatore Cinzia Bonfrisco (PDL) volto a riammettere le srl tra l’elenco delle società che possono svolgere un servizio di consulenza finanziaria. E se non fossero una realtà concreta le reti di promozione fianziaria non avrebbero motivo di allargare l’offerta anche al servizio di consulenza.

Tutti i dibattiti che hanno interessato questo argomento dall’arrivo della MiFID in poi non riguardano, quindi, una piccola élite di professionisti, ma il mondo del risparmio gestito e una categoria professionale che presto sarà ufficialmente riconosciuta (con la nascita dell’albo) e, giustamente, regolamentata.

Di certo i dibattiti di questi ultimi due anni hanno avuto l’effetto di generare grande (troppa) confusione sul tema consulenza. E questo è andato a vantaggio di chi desidera frenare sul nascere questi “nuovi” professionisti e a vantaggio dei “finti” consulenti.

Per questo serve chiarezza sul tema. Sia per i risparmiatori, che si troveranno di fronte i futuri consulenti finanziari, sia per i promotori finanziari (e non solo), che stanno valutando l’ipotesi di cambiare mestiere.

E l’unico modo per fare chiarezza è quello di descrivere non le differenze tra promotori e consulenti, ma le caratteristiche dell’attività della consulenza oggettiva. Va in questa direzione, ad esempio, il convegno “La consulenza oggettiva come valore per il risparmio. Una nuova opportunità professionale per promotori finanziari e bancari”, organizzato per il prossimo 23 aprile a Milano (presso il centro Ariberto – Auditorio Don Paolo Niccolini, via Daniele Crespi 9) da Assofinance, associazione guidata da Giannina Puddu che ha lavorato molto in questi anni per far riammettere le srl tra le realtà autorizzate a svolgere attività di consulenza.

Il convegno, che inizierà alle 9.30 e vedrà tra gli altri la partecipazione di Alfonso Scarano (Aiaf), Cinzia Bonfrisco (senatore PDL), Emanuele Fiano (onorevole PD) e Tommaso Di Buono (Adiconsum) vuole mettere in luce le caratteristiche peculiari di un’attività che si distingue dal mero collocamento e che può offrire un’interessante alternativa anche ai promotori finanziari.

Solo riconoscendo le peculiarità delle due professioni (promotori e consulenti) sarà possibile finalmente portare avanti un dibattito lontano dai pregiudizi (noi meglio di loro) e dai qualunquismi (siamo tutti uguali). Solo così si potrà davvero aprire la strada a un mercato competitivo in grado di garantire qualità nel servizio alla clientela e riportare in auge il risparmio gestito italiano.

Se volete esprimere la vostra opinione, scriveteci!

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Anima, arrivano il nuovo amministratore e la delega per l’aumento di capitale

Consulente indagato, arriva la sospensione cautelare

Scf e consulenti autonomi, un aiuto concreto in vista dell’Albo

Consulenza fiscale: partecipazioni qualificate e non, il dilemma dei dividendi esteri

Consulenti, quante tasse pagano in America

Consulenti, come usare al meglio Twitter

Cf, come far pagare ai clienti la giusta parcella

Consulenti, ecco come migliorare il proprio ufficio

Consulenti, accelera la Vigilanza all’OCF

Consulenti, come conquistare i clienti Millennial

Cf certificati, occasione da non perdere

Consulenti, ecco tutte le prestazioni di Enasarco

Consulenti, la “segnalazione” della banca conta più delle competenze

Consulenti, come migliorare il proprio brand su internet

Consulenti, conto alla rovescia per il nuovo regolamento Consob

Consulenti, negli Usa le fee spingono i compensi

Il prossimo domani dei consulenti finanziari

Mifid 2, ecco il testo del decreto: salvo il 30-bis

Consulenti, boom negli Usa

La Mifid 2 diventa legge

Consulenti, che guadagni in America con le stock option

Diritto camerale annuale, Anasf mette in guardia dal bollettino farlocco

Mifid 2, passi avanti in Senato

Consob alla Camera: riscrivere il Tuf. Il video dell’audizione su Mifid 2

Consulenti, tutti gli eventi certificati Efpa e Cfa di ITForum 2017

Autonomi, la rabbia del sindacato: l’Albo dei consulenti è ancora al palo

Consulenza finanziaria, le nuove tappe del roadshow targato Consultique

BlackRock scalda i motori per l’Investment Tour 2017

Consulenti finanziari: più richiesti, anche dai giovani

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Enasarco, tutti i numeri dei consulenti iscritti

Consulenti, Schroders girerà l’Italia con il Campionato 2017

ITForum Milano 2016, successo per un’edizione ricca di novità

Ti può anche interessare

SocGen, utile in calo e ricavi in crescita nel primo trimestre

Il gruppo francese ha presentato ha realizzato un utile inferiore alle attese a causa di accantoname ...

Ubs chiude il 2016 in bellezza

Nel quarto trimestre dell'anno il gruppo svizzero ha registrato un utile ante-imposte di 1,1 miliard ...

Ambrosi (Efpa Italia): “Ecco i punti cruciali del documento Esma”

Il presidente della filiale italiana dell'associazione europea dei financial planner commenta le lin ...