Cassa Depositi e Prestiti: 50 miliardi per il nuovo Piano

A
A
A

L’istituto guidato da Varazzani ha approvato le linee generali per il Piano Industriale 2009-11. Il progetto prevede lo stanziamento di 15 miliardi di euro, ottenuti tramite la raccolta postale, per il finanziamento di opere pubbliche ed infrastrutture.

di Fabio Coco31 luglio 2009 | 07:40

La Cassa Depositi e Prestiti (Cdp) ha approvato le linee generali del Piano Industriale 2009-11, rinviando la formalizzazione definitiva alla prossima riunione del Consiglio di Amministrazione. Il progetto tiene conto dei recenti interventi normativi che hanno ampliato le attività della Cassa in favore dello sviluppo economico e sociale del Paese.

Entro il 2011, Cdp prevede di incrementare la propria quota di mercato portandola dal 41 al 44% nei finanziamenti ad enti pubblici, con 18 miliardi di fondi messi a disposizione nel biennio. Il Piano 2009-11 in totale, prevede fondi a disposizione per 50 miliardi di euro.

In particolare, 13 saranno destinati a programmi per il supporto dell’economia, per i quali entro il 2011 si prevede la piena attivazione di tutti gli strumenti di supporto all’economia e credito agevolato. Tre miliardi, invece, saranno messi a disposizione per l’aumento di capitale in Enel.

Infine, sono previsti 15 miliardi per i finanziamenti ad infrastrutture ed opere pubbliche, tra quelli promossi dagli enti pubblici, quelli destinati per l’internalizzazione delle imprese ed opere ed interventi vari indirizzati alla fornitura di servizi pubblici e bonifiche. Tramite la raccolta prevalentemente postale, quindi, la Cassa Depositi e Prestiti conta di raggiungere entro il biennio fissato gli obiettivi individuati.

Nella foto, Massimo Varazzani, amministratore delegato di Cdp.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Telecom Italia vs Enel, si accende lo scontro sul futuro della rete italiana

Cdp e Fei lanciano ITATech con 200 mln di euro

Poste Italiane, il Tesoro conferma: 35% a Cdp, quota restante sul mercato

Ti può anche interessare

CartaSi strappa Fattori a UniCredit

La manager ha curato in passato il lancio di Cordusio nel wealth management ...

Aprile ricco per Banca Mediolanum

Lo scorso mese la raccolta netta totale del gruppo Banca Mediolanum è stata pari a 480 milioni di ...

Banca Generali accelera nel digital wealth management

Siglati accordi per una partnership esclusiva con Saxo Bank nel trading e servizi digitali. ...