Banche – Credem accusa la crisi nel semestre

A
A
A

L’istituto presieduto da Giorgio Ferrari chiude il periodo con un utile pari a 24,4 milioni di euro, un calo dell’83,6% rispetto ai primi sei mesi del 2008.

di Fabio Coco31 agosto 2009 | 10:20

Credem chiude il primo semestre dell’anno con un utile netto consolidato pari a 24,4 milioni di euro, in ribasso dell’83,6% rispetto all’analogo periodo 2008, in cui si era attestato a 148,9 milioni. Il margine di intermediazione è risultato pari a 448,6 milioni di euro, in calo del 15,9% rispetto ai 533,3 milioni di euro del primo semestre precedente. L’istituto ha risentito dell’attuale contesto di crisi.

Il margine d’interesse si è attestato a 214,3 milioni di euro, contro i 286,9 milioni del periodo 2008 (-25,3%). L’andamento di tale voce è stato influenzato dalla rapida discesa dei tassi, spiega l’istituto di Giorgio Ferrari in una nota.

Il margine dei servizi, pari a 243,3 milioni di euro, è scemato del 4,9% rispetto ai precedenti 246,4 milioni di euro. “L’area trading e copertura è stata trainata dalla ripresa dell’attività ordinaria, connessa principalmente all’operatività di Credem (+21,5%) grazie anche a condizioni di minore instabilità dei mercati”

“Il risultato complessivo del comparto ha risentito del ridimensionamento dell’attività di investment banking e dell’estensione della metodologia “mark to market” anche a tutti i portafogli gestiti da Abaxbank precedentemente calcolati sulla base di modelli interni di valutazione”.

I costi operativi sono ammontati a 328,2 milioni di euro, il +1,8% rispetto ai 322,4 milioni di euro del primo semestre 2008. Le spese amministrative ammontano a 121,8 milioni di euro (+0,7%).

La raccolta da clientela del Gruppo Credem a fine giugno 2009 è pari a 54.194 milioni di euro contro 54.973 milioni di euro dello stesso periodo del 2008 (-1,4%), quella diretta pari a 16.787 milioni di euro (-8,7%), mentre quella indiretta pari a 34.590 milioni di euro (+1,7%).

Il Core Tier 1 Ratio del Gruppo è risultato pari al 7,9%.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Ti può anche interessare

Banca Generali, i reclutamenti da qui a fine anno

Circa 120-140 ingressi nel 2017, di cui 94 già avvenuti. Un recente report di Mediobanca parla dell ...

Lux Finance, la Consob sospende un altro consulente finanziario

Un consulente finanziario originario dell'Abruzzo sanzionato per aver collocato prodotti di una soci ...

UniCredit cede Npl per 715 milioni

Raggiunto un accordo con MBCredit Solutions (società del gruppo Mediobanca) e una società affiliat ...