Promotori Finanziari – Mediolanum regina ma con qualche ombra

A
A
A

Resta al timone della classifica, ma perde oltre 150 milioni di raccolta in un mese. A sostenere la raccolta totale è soprattutto il segmento amministrato nel quale la liquidità da sola fa meglio di tutta la raccolta netta totale.

di Marcella Persola29 ottobre 2009 | 15:00

Resta regina indiscussa della raccolta netta totale Banca Mediolanum. Anche nel mese di settembre la rete della banca presieduta da Ennio Doris è rimasta al timone della classifica mensile di Assoreti con un flusso di 276,516 milioni, ma in netto ribasso rispetto al risultato di agosto. Si parla di circa 160 milioni di meno. Infatti nel mese di agosto il flusso era stato di 438,258 milioni.

A livello di gestito la rete non ha perso molti flussi in quanto raffrontando i due mesi di riferimento si evince che ad agosto il flusso totale è stato di 140,336 milioni mentre a settembre la raccolta netta del gestito è stata pari a 138,668 milioni. Come per agosto, anche in settembre la valorizzazione maggiore nel gestito è derivata dal comparto fondi che ha contribuito alla raccolta totale con 82,962 milioni comunque in ribasso rispetto al flusso di 102,814 milioni. Per quanto riguarda le gestioni patrimoniali invece i dati sono negativi mentre il comparto assicurativo/previdenziale è positivo pari a 57,078 milioni, in crescita rispetto al dato di agosto di oltre 38 milioni.

A livello di amministrato invece grande deflusso sul fronte titoli -153,319 milioni controbilanciato però da un comparto liquidità che ha raccolto oltre 290 milioni, più di tutta la raccolta netta totale.

A livello di unità il bilancio della rete è negativo con l’uscita di 8 promotori finanziari e una rete pari a 4.844 unità. Considerando la raccolta totale emerge che la raccolta pro-capite è pari a: 57,084 migliaia di euro.

RISPONDE MARCELLA PERSOLA

Rispondo al lettore che mi ha chiamato in causa, ricordando che ogni giorno nella rubrica “La rete del giorno” si analizzano i dati delle principali reti. Di Fideuram ne abbiamo già parlato, mercoledì, e di Finecobank ne parlerò quest’oggi. In estrema sintesi le posso dire che dai dati mi sembra che le due reti non sono state premiate dalla raccolta netta totale ma hanno dimostrato una certa dinamicità a livello di gestito. Fideuram nel gestito è seconda in classifica, dopo Finecoank, ma prima di Mediolanum. Per quanto riguarda il comparto fondi entrambe si sono comportate meglio di Mediolanum con una raccolta pari a 120,554 milioni Fideuram e 231,442 milioni Finecobank. Per quanto riguarda l’amministrato Mediolanum primeggia perché sia Fideuram, sia Finecobank presentano deflussi. Cordialmente. MP.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mediolanum, raccolta Pir miliardaria

Banca Mediolanum, per Mediobanca è un titolo da comprare

Banca Mediolanum entra nel business della cessione del quinto

Top Manager Reputation, Ennio Doris guadagna tre posizioni

Banca Mediolanum, cambio di listino a Piazza Affari

Banca Mediolanum si rafforza in Romagna, Triveneto e Puglia

Pir, Banca Mediolanum e Fideuram campioni di raccolta

Doris scoppia di salute

Pir, un sostegno alle pmi. Se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, i Pir trainano la raccolta

Fineco e le altre: è tempo di trimestrali

Banca Mediolanum, lo spot sui Pir in anteprima

Tecnologia e risparmio, se ne parla sul canale Youtube di Banca Mediolanum

Congressi Anasf, i cf di Banca Mediolanum vincono in Veneto

Doris, un tesoro da 100 milioni

Mediolanum, 5 family banker per un nuovo tour

Banca Mediolanum premiata per l’innovazione

Banca Mediolanum a forza sette

Mediolanum, raffica di eventi targati Corporate University

Banca Mediolanum, fondi e gestioni trainano la raccolta

Mediolanum rischia l’indice

Banca Mediolanum, trasloco in Spagna

Banca Mediolanum entra nel club dei super tecnologici

Mediolanum e le altre: le foto dal Forum Banca

Fideuram ISPB corre da sola, B. Generali insegue

Falsi rendiconti e distrazione di somme dei clienti, sospeso ex B.Mediolanum

Banca Mediolanum: educazione finanziaria, la nuova sfida per i risparmiatori

Pir e Apple Pay spingono Ennio Doris

La svolta di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, oggi il big show

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

Piazza Affari, occhio a Banca Carige, Unipol e Banca Mediolanum

Ti può anche interessare

Intesa Sanpaolo rilancia la Banca dei Tabaccai

Presentazione a Milano di Itb, istituto creditizio acquisito da poco dal gruppo guidato da Carlo Mes ...

Investi sul Forex? Occhio ai tuoi dati personali

Un monito dell’associazione dei consumatori Aduc mette in guardia dai rischi di truffa per chi si ...

Azimut, nei 9 mesi il secondo miglior utile di sempre

Positiva anche l’attività di reclutamento di consulenti finanziari e private banker: nei primi 9 ...