Dubai, l’Italia non è esposta. Almeno per ora

A
A
A

Dormite sonni tranquilli, l’esposizione dell’Italia verso Dubai World è inesistente o marginale. Parola di Bankitalia, Consob e Abi. Dormite sonni tranquilli questa crisi oggi non ci tocca. Ma domani…

di Redazione27 novembre 2009 | 16:30

Serenità assoluta. Esposizione marginale. Nessuna preoccupazione. La giornata di oggi, venerdì 27 novembre, è stata dominata dagli appelli alla tranquillità delle varie autorità di vigilanza italiane.

Ad aprire le danze Fabrizio Saccomani. Il direttore generale della Banca d’Italia, a margine di un convegno presso la sede dell’Abi, ha subito sottolineato che per quanto riguarda il sistema Italia “non ci sono problemi. L’esposizione è molto contenuta, non c’è alcuna preoccupazione”. Non è però da sottovalutare il rischio di un’estensione su scala globale del possibile fallimento della Dubai World. In questo caso “bisognerà vedere cosa succede”.

A Bankitalia fa eco la Consob. “Allo stato attuale c’è una serenità assoluta” ha dichiarato il presidente Lamberto Cardia che si è mostrato decisamente ottimista sugli effetti del possibile default del Dubai World sull’Italia. Anche se, la storia recente insegna, la prudenza non è mai troppa. E allora meglio fare “tutti gli approfondimenti del caso”, ha concluso Cardia.

A chiudere la serie di interventi tranquillizzanti ci ha pensato Corrado Faissola, presidente dell’Abi che ha sottolineato che l’esposizione delle banche italiane è “inesistente o marginale”, per questo gli istituti di credito italiani “non dovrebbero avere problemi”. Ma il condizionale è d’obbligo dal momento che la crisi di Dubai conferma che l’esposizione delle banche italiane verso Dubai World, la holding dell’emirato che rischia il default, ”e’ inesistente o marginale”. E’ quanto evidenzia il presidente dell’Abi, Corrado Faissola, sostenendo che gli istituti di credito italiani ”non dovrebbero avere problemi”. La crisi a Dubai, prosegue, ”e’ un fatto che conferma come “la crisi che ha colpito prima il sistema finanziario e poi l’economia reale non sia ancora del tutto superata”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Banche, in Europa fusioni all’orizzonte

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Südtirol Bank pesca l’asso da Fideuram

Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

Diamanti, si ritiri chi può

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Ti può anche interessare

Assoreti, Colafrancesco lascia

Il presidente dell’associazione, in carica dal 2014, rassegna le dimissioni dopo la sua nomina in ...

Peninsula, dove investe il nuovo socio di Azimut

Ha una dotazione di 1 miliardo di euro e ha già puntato in Italia su Italo e Guala Closures ...

Widiba cresce in Campania

Un ex bancario di esperienza è stato inserito nell’area di Fabrizio Sorrentino. ...