Banche – Antitrust boccia le commissioni

A
A
A

In una segnalazione inviata a Governo, Parlamento e Bankitalia, l’authority conferma che dall’indagine compiuta emerge che le nuove commissioni che sostituiscono quella di massimo scoperto sarebbero più costose.

di Redazione30 dicembre 2009 | 09:00

Le nuove commissioni bancarie che hanno sostituito la commissione di massimo scoperto si stanno rilevando più costose per i consumatori. Lo ha dichiarato l’Antitrust in una segnalazione inviata al Governo, al Parlamento e alla Banca d’Italia, al termine di un monitoraggio effettuato sulle condizioni alla clientela applicate da sette istituti bancari, valide anche per le banche dei rispettivi gruppi.

Dall’analisi, che puo’ considerarsi rappresentativa dell’intero sistema bancario, in quanto ha coinvolto tutti i maggiori operatori del settore, emerge che per gli scoperti transitori di conto corrente si e’ verificato un innalzamento dei costi per i correntisti.

Ma l’ABI non ci sta. Nel ribadire il pieno rispetto delle prerogative istituzionali, l’Associazione dei Bancari sottolinea tuttavia come il metodo dell’intervento e della proposta unilaterale a scapito della dialettica e del confronto rischi di generare confusione e soprattutto di non portare a soluzioni praticabili e coerenti con l’operatività ed il mercato.

La normativa in tema di messa a disposizione di fondi è pienamente operativa da pochi mesi ed è stata recentemente integrata dalle norme in tema di trasparenza. Prime analisi, rese pubbliche nel corso della ‘Giornata del risparmio’, hanno evidenziato che negli ultimi mesi le voci di costo sono in media meno onerose per la clientela rispetto al quadro precedente. Per altro verso, è quanto meno complesso riuscire a definire gli effetti generali su tutti i consumatori. Giudizi che non riflettano un arco temporale significativo possono indurre reazioni difficilmente valutabili a carico di un settore pienamente impegnato nel sostenere le famiglie, le imprese, l’economia del Paese.

L’ABI chiede un confronto con l’Antitrust, teso a conoscere nel dettaglio l’analisi svolta, nell’ambito della piena collaborazione con tutte le Autorità e le istituzioni. Ora si vedrà cosa risponderà l’Antitrust e come interveranno nel dibattito Bankitalia e il Governo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Unipol Sai, l’Antitrust rinvia al 30 ottobre la fine dell’istruttoria

L’Antitrust bacchetta le banche popolari

Antristrust approva cessione sportelli Mps

Ti può anche interessare

Anasf, staffetta tra Conti Nibali e Cesario

Il due volte presidente dell’associazione dei consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori ...

Dieci ingressi in Bnl-Bnp Paribas Life Banker

La rete guidata da Ferdinando Rebecchi conta a oggi 313 professionisti attivi a livello nazionale. ...

Rbs fallisce lo stress test

La Royal Bank of Scotland ha fallito la prova richiesta dalla Bank of England ai sette tra i più im ...