Banche, bocciate dagli italiani

A
A
A

Una ricerca condotta dall’Eurispes rivela come gli italiani abbiano un giudizio negativo sugli istituti di credito e sul loro ruolo. Più della metà degli intervistati, tuttavia, ritiene i servizi della propria banca adeguati alle proprie esigenze.

di Redazione29 gennaio 2010 | 14:45

Non godono di buona reputazione le banche italiane. Secondo l’Eurispes, infatti, il giudizio degli italiani verso gli istituti di credito è “decisamente negativo, dal momento che la maggioranza di coloro che ha avuto accesso al credito bancario negli ultimi anni ritiene che il tasso di interesse applicato sia alto (45,7%). Uno su tre (32,2%) ritiene, viceversa, che il tasso di interesse applicato al prestito bancario concesso sia adeguato e poco più di uno su dieci (14,5%) che sia contenuto”, rivela il rapporto.

Sempre secondo i sondaggi condotti da Eurispes, il 55,2% degli italiani è convinto che “le banche diano credito solo a chi dimostra già di possedere beni, mentre il 33,6% ne è comunque abbastanza convinto”. Il 47,7% degli intervistati è “molto persuaso del fatto che le banche siano troppo esose, mentre il 36,4% si dichiara abbastanza certo di questa condizione”.
Il 43,4% degli intervistati, continua l’istituto di ricerca, “si dichiara molto convinto che le banche raccolgano i risparmi dei piccoli e finanziano i grandi” ed è piuttosto diffusa anche l’idea che “le banche diano credito ai potenti indipendentemente dalle garanzie”; il 40,1% condivide molto questa affermazione.

Gli italiani, continua Eurispes, “non sembrano condividere molto l’idea che le banche siano importanti perché finanziano le imprese e la crescita economia”, e il 46,4% dichiara “di non condividere per niente l’affermazione secondo cui le banche sono sensibili nei confronti delle necessità famiglie”.
Per quanto riguarda infine la qualità dei servizi offerti dagli istituti di credito il giudizio è “molto negativo, negativo o solo sufficiente” anche se “nel 52,1% dei casi i clienti ritengono che i servizi offerti dalle loro banche siano qualitativamente adeguati alle loro esigenze”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

5 buoni motivi per iscriversi a Investments on the road

Cassa di Risparmio di Asti, porte aperte ai giovani

Banche, la rivoluzione della tecnologia Blockchain

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Santander, eccellenza nella gestione delle risorse umane

Banca del Piemonte dirige la sua nuova Orchestra

Intesa e Altis a braccetto con gli imprenditori del futuro

Consulente, sei incompetente per Mifid2?

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Private, Credit Suisse perde Riccucci

Banche, chiusure a raffica per le filiali

Anasf, Alessandrini alla guida dei Probiviri

Bnl-Bnp Paribas LB: superata quota 100 ingressi nel 2017

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Banche, Gentiloni punzecchia la Bce

Banche, così saranno quelle del futuro

Banche del territorio, un trio per tutelare i valori e gli interessi

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Ti può anche interessare

Bufi (Anasf) : “Fiducia a Costa per Enasarco”

Nel giorno dell’assemblea dell’ente di previdenza degli agenti e dei consulenti finanziari, il p ...

Nordea Bank, utili sotto le attese

Il risultato è diminuito a 743 milioni di euro, dai 996 milioni dello stesso periodo dello scorso a ...

Credem, Moody’s conferma il rating

Tali conferme, si legge in una nota dell'istituto, riflettono il solido profilo creditizio del grupp ...