Scelzo (Copernico SIM): l’indipendenza da sola non può offrire nulla

A
A
A

Il presidente e amministratore delegato di Copernico SIM sottolinea che nel mercato della consulenza, la sola indipendenza non può essere l’unica risorsa, ma deve essere accompagnata da…

di Redazione26 febbraio 2010 | 14:00

Se è vero quanto riferito dal sondaggio condotto da Professione Finanza che i promotori finanziari considerano la consulenza fee-only un’opportunità, ma che difficilmente lascerebbero la promozione finanziaria per approdare alla consulenza “indipendente”, ecco che chi ha creduto in tale segmento fin dagli albori, come Saverio Scelzo, presidente e amministratore delegato di Copernico SIM, evidenzia come oggi il mercato della consulenza sia cambiato e che le ultime disposizioni in materia hanno chiarito molti dubbi in merito a come si dovranno muovere i consulenti finanziari. 
«Il 12 gennaio 2010 la Consob ha emanato il regolamento 17130 in attuazione del decreto legislativo n.58/1998 in merito all’attività di consulenza finanziaria indipendente. Il regolamento chiarisce, rispetto alla normativa generale, l’ambito entro il quale si muoveranno i consulenti finanziari indipendenti in attesa del regolamento ministeriale sulle persone giuridiche (srl e spa) che effettuano attività di consulenza e la costituzione dell’organismo per la tenuta dell’albo» afferma Scelzo.

«Sebbene il contesto attenda ancora di essere definito, la riserva di attività di consulenza per Sim, Sgr e banche viene allargata ad un pubblico potenzialmente molto ampio. Il rischio è che l’allargamento comporti una riduzione delle tutele per i risparmiatori che potrebbero cadere facilmente in balia di sedicenti “guru”. Infatti gli obblighi di acquisizione delle informazioni dai clienti, di valutazione dell’adeguatezza e di rendiconto posti dal regolamento Consob 17130 ai consulenti finanziari indipendenti sembrano insufficienti per tutelare i risparmiatori» continua il presidente e l’amministratore delegato di Copernico SIM.

«La consulenza finanziaria indipendente, sorta come risposta e soluzione ai conflitti d’interesse che inevitabilmente caratterizzano il rapporto banca-cliente, deve essere necessariamente caratterizzata da un elevato grado di professionalità. L’indipendenza da sola non può offrire nulla mentre l’assenza di adeguate professionalità e strutture riduce notevolmente le garanzie a favore dei risparmiatori per quanto riguarda l’attività di consulenza finanziaria indipendente» conclude Scelzo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, come conquistare i clienti Millennial

Cf certificati, occasione da non perdere

Consulenti, ecco tutte le prestazioni di Enasarco

Consulenti, la “segnalazione” della banca conta più delle competenze

Consulenti, come migliorare il proprio brand su internet

Consulenti, conto alla rovescia per il nuovo regolamento Consob

Consulenti, negli Usa le fee spingono i compensi

Il prossimo domani dei consulenti finanziari

Mifid 2, ecco il testo del decreto: salvo il 30-bis

Consulenti, boom negli Usa

La Mifid 2 diventa legge

Consulenti, che guadagni in America con le stock option

Diritto camerale annuale, Anasf mette in guardia dal bollettino farlocco

Mifid 2, passi avanti in Senato

Consob alla Camera: riscrivere il Tuf. Il video dell’audizione su Mifid 2

Consulenti, tutti gli eventi certificati Efpa e Cfa di ITForum 2017

Autonomi, la rabbia del sindacato: l’Albo dei consulenti è ancora al palo

Consulenza finanziaria, le nuove tappe del roadshow targato Consultique

BlackRock scalda i motori per l’Investment Tour 2017

Consulenti finanziari: più richiesti, anche dai giovani

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Enasarco, tutti i numeri dei consulenti iscritti

Consulenti, Schroders girerà l’Italia con il Campionato 2017

ITForum Milano 2016, successo per un’edizione ricca di novità

Azimut in tour, quattro tappe tra Nord e Sud

Fineco, Foti spiega le tre regole per investire sereni

Assoreti punta sulla formazione e assegna le borse di studio

ITForum di Milano, due giorni di grandi appuntamenti

Il miglior consulente indipendente d’Italia è digitale

Scm Sim, al via il roadshow ’’Beyond wealth management, life coaching’’

Robo-advisor: per 3 consulenti su 4 sono ok per migliorare l’efficienza

Metà degli italiani dice già sì ai robo-advisor, purché con l’appoggio di un consulente

BlackRock, nuovo roadshow nazionale per incontrare i consulenti finanziari

Ti può anche interessare

D’Agostino (Consob): “Educazione finanziaria? Complimenti Anasf”

Nel corso di Consulentia a Torino il vice direttore generale della Consob elogia l’associazione d ...

Ubs, utile miliardario e un po’ meno bonus a Ermotti

Il gruppo elvetico pubblica i dati 2016. I profitti netti sono leggermente inferiori ai 3,3 miliardi ...

Widiba cresce in Campania

Un ex bancario di esperienza è stato inserito nell’area di Fabrizio Sorrentino. ...