Bernanke contro i giganti

A
A
A

Il presidente della Fed si scaglia contro gli istituti bancari di grandi dimensioni, caldeggiando l’introduzione di nuove norme che possano consentire alle autorità di smembrare questi giganti del risparmio in caso di emergenza crisi.

di Giacomo Berdini22 marzo 2010 | 10:00

Sarebbe una mancanza di saviezza lasciare il destino dell’economia nelle mani delle banche.
Queste le parole con cui il presidente della Federal Reserve ha commentato il problema posto da quelle banche definite “too big to fail”, ovvero troppo grandi per essere lasciate fallire.

“È da incoscienti che il destino dell’economia mondiale sia legato alle fortune di poche banche di dimensioni gigantesche”, ha affermato Ben Bernanke.

La Fed si mostra quindi intenzionata a cambiare rotta, ed è probabile che gli istituti bancari di dimensioni eccezionalmente grandi siano presto obbligati a redigere una sorta di testamento, per facilitare i compiti de management e delle autorità, che avranno quindi la possibilità di prevenire eventuali crisi smontando pezzo per pezzo l’azienda.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Efpa, ecco il board con Deroma

Tutti i nomi del prossimo consiglio di amministrazione di Efpa Italia ...

Arbitro Consob, boom di ricorsi

Nel 2017 sono arrivate 1.839 istanze di rimborso, contro le mille previste. ...

Fideuram e Generali, regine a gennaio

La società del gruppo Intesa Sanpaolo ha registrato flussi netti positivi per 750 milioni di euro. ...