Scudo fiscale, festeggia la Svizzera

A
A
A

Mentre l’Italia brinda per le grandi entrate, la Svizzera festeggia perché finalmente è finita la “caccia alle streghe”. E così si apre la guerra di cifre che non sembra avere né vinti, né vincitori. Ma le stime, al momento, favoriscono…

di Francesco D'Arco30 aprile 2010 | 15:15

Se guardiamo i numeri e incrociamo i dati oggi disponibili in Italia e quelli emersi in questi giorni in Svizzera l’effetto concreto dello scudo fiscale sulle casse nostrane viene un po’ ridimensionato (come d’altronde sottolineava già diverso tempo fa Maria Cecilia Guerra sul sito www.lavoce.info).

Andiamo con ordine. Secondo il MEF fino a dicembre 2009 il volume delle operazioni interessate dallo scudo ammontava a 95 miliardi di euro di cui il 98% costituito da rimpatri effettivi in Italia. Numeri che non sembrano coincidere con quanto emerso in questi giorni dalla Svizzera.

Secondo quanto riportato da diverse testate locali in seguito allo scudo fiscale, dallo stato elvetico, sono rientrati 60 miliardi di euro. “Ma circa il 50-60% del dichiarato è ancora in gestione in Svizzera con la regolarizzazione o l’affidamento tramite fiduciarie in maniera ufficiale” scrivono i quotidiani svizzeri sulla scia, anche, delle dichiarazioni più recenti di Franco Citterio, direttore dell’Associazione Bancaria Ticinese, che ha ricordato come di quei 60 miliardi di euro, quelli effettivamente usciti dall’Italia sono stati circa 25 miliardi fino a dicembre 2009 (ovvero circa il 41% del totale, così come già sottolineava Maria Cecilia Guerra sul sito www.lavoce.info).

Se tanto mi dà tanto dei circa 7-15 miliardi che secondo le prime stime dovrebbero aver ritrovato la “via di casa” con la finestra del 2010, solo 3-6 miliardi sono effettivamente rientrati in Italia. Secondo questi dati, alla fine dei conti, i rimpatri con liquidazione (quelli che veri e propri, quelli che potrebbero ridare fiducia all’economia italiana) sommando i due scudi potrebbero raggiungere a mala pena i 40 miliardi di euro (34,5 a fine dicembre + 6 miliardi nel 2010).


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Caso Galloro, la risposta di Südtirol Bank

Intesa Sanpaolo è la miglior banca italiana

Banche, in Europa fusioni all’orizzonte

Consulente sospeso, riabilitato, risospeso e poi radiato

Consulenza, tra banche e reti non c’è storia

Massimo Doris vale 100 milioni

Bancari e consulenti, quando un robot li sostituirà

Südtirol Bank pesca l’asso da Fideuram

Fineco, quanto è buono il gestito nella raccolta

Diamanti, si ritiri chi può

Divergenze sulla governance, si dimette il presidente di Banca Carige

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Ti può anche interessare

Ricerca di Credit Suisse: la aziende familiari meglio della media in borsa

In media, hanno avuto una performance superiore del 4% rispetto al resto del mercato ...

Nafop a tutto campo su Albo, requisiti e Iva

Intervista esclusiva a Cesare Armellini, Presidente di Nafop ...

Banche popolari: anche nel 2017 crescono gli impieghi

L'anno scorso i nuovi finanziamenti per le aziende minori sono stati pari a circa 30 miliardi di eur ...