Fare banca sarà meno redditizio: un bene o un male per il risparmio gestito?

A
A
A

Passata l’emergenza ora la sfida è coniugare la disciplina di bilancio con ritorno alla crescita, senza la quale ogni manovra non porterà che a benefici temporanei.

di Redazione31 maggio 2010 | 15:00

Il rafforzamento patrimoniale delle banche resta la prima preoccupazione delle autorità nazionali anche in Italia: nel corso delle sue Considerazioni Finali il governatore della Banca d’Italia, Mario Draghi, ha così rivolto un invito agli istituti di credito a continuare l’opera di rafforzamento patrimoniale e a ritrovare il modo di “fare banca” sul territorio.  “I progressi compiuti nel 2009 dalle banche italiane nel rafforzare il patrimonio, pur in un anno di profitti ridotti, sono stati incoraggianti; vi hanno contribuito emissioni sul mercato, dismissioni di attività, dividendi moderati, ricapitalizzazioni pubbliche” ha concesso Draghi, che pure deve essere ben conscio che rispetto agli Stati Uniti le banche europee (italiane comprese) hanno raccolto, nell’ultimo anno, capitali nella proporzione di 1 a 5.

Molto resta dunque da fare, anche perché passata l’emergenza ora la sfida è coniugare la disciplina di bilancio con ritorno alla crescita, senza la quale ogni manovra non porterà che a benefici temporanei col rischio, anche se questo Draghi ha evitato di dirlo, di preparare il terreno a nuove crisi in un futuro non troppo distante. Per non correre questo rischio appaiono necessarie riforme strutturali, come il prolungamento dell’età lavorativa “anche per garantire un tenore di vita adeguato agli anziani di domani” e una lotta decisa alla “corruzione diffusa” nell’amministrazione pubblica che oltre a favorire in alcuni casi la criminalità organizzata “frena lo sviluppo” in particolare in quelle regioni che maggiormente soffrono di questo fenomeno.

In questa situazione prevedere un incremento della pressione fiscale è fin troppo semplice, così come appare inevitabile che si proceda a ulteriori revisioni nel settore previdenziale e con l’apertura alla concorrenza di molti settori ancora fin troppo protetti. Misure che se a medio termine potranno rilanciare l’economia nel breve rischiano di pesare nelle tasche degli italiani comprimendo la percentuale destinata al risparmio (e quindi all’investimento in prodotti di risparmio gestito). Forse anche per questo chi sembra intenzionato a rafforzarsi, come Generali (tanto nel campo assicurativo, in particolare nel Danni, quanto nell’asset management), per ora rimane alla finestra in attesa di valutazioni convenienti e di un quadro dei mercati oltre che normativo più chiaro.

Un’incertezza che tuttavia rischia di pesare ancora una volta su coloro che lavorano nel settore, siano essi dipendenti, promotori o consulenti indipendenti. Ci pare quindi opportuno dare spazio ai vostri commenti e riflessioni: come pensate che la manovra che inizia in questi giorni il suo cammino parlamentare e più in generale la stagione di riforme strutturali che da più parti si invoca potrà influire sul vostro operato? Indirizzate come sempre i vostri commenti qui: Draghi: fare banca sarà meno redditizio

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bce: Draghi accenna a discussione su QE, euro dollaro sulle montagne russe

Marzotto Sim “Draghi promosso (quasi sempre) a pieni voti”

State Street: dopo il meeting della Bce euro può flettere, bond recuperare

Bce: tutto fermo su tassi e quantitative easing

Unipol stabile, Bper Banca in rialzo in un valzer di rumor e dichiarazioni

Draghi (Bce): nessuna novità per tassi e QE, crescita si rafforza senza inflazione

Commerzbank propone prepensionamenti

Draghi (Bce) non cambia idea su misure straordinarie: restano necessarie

Draghi (Bce) più ottimista sulla ripresa, ma i tassi resteranno fermi a lungo

Draghi: non è ancora ora di cambiare la politica monetaria della Bce

Blueindex: Credit Agricole torna in testa in una giornata positiva per i bancari europei

Draghi: QE ha creato 4 milioni di posti di lavoro, ma per Schaeuble va interrotto

In attesa delle decisioni della Bce le borse frenano

Euro in calo dopo parole Draghi: poca crescita, inflazione non durerà

Bce estende QE ma ad un ritmo ridotto

Bce: il QE si avvia verso la fine?

Deutsche Bank: la politica della Bce di Draghi ha bloccato le riforme

Draghi (Bce): eurozona resiliente alla Brexit, ma i rischi aumentano per l’export

Draghi: azioni comuni Ue per superare le sfide di questi tempi

Draghi non tocca tassi nè QE, scattano vendite su bond e azioni

Occhio alla Bce: oggi nuove stime e forse nuovi stimoli

Borse europee in calo, Londra chiusa per festività

Npl, Draghi invoca la mano pubblica

Siamo sicuri che Draghi voglia allentare ancora la politica monetaria?

Bce: Draghi ribadirà di essere pronto ad agire nei prossimi mesi

Dopo la BoE e la Fed tocca alla Bce dare un segnale

Draghi (Bce): allineare le politiche per superare la crisi

La “cura Draghi” porta i rendimenti dei bond corporate sull’1%

Draghi (Bce) aggiorna le stime su crescita e inflazione

Bce: tassi fermi, alle 14.30 Draghi illustra dettagli nuove misure

Bce potrebbe confermare o rivedere al rialzo le stime

Milano positiva sul finale grazie a Draghi, che fa ripartire le banche

Bce, cosa cambia dopo la mossa a sorpresa di Draghi

Ti può anche interessare

Fideuram ISPB raccolta miliardaria a ottobre

Le tre reti del gruppo guidato da Paolo Molesini doppiano il pur lusinghiero risultato di produzione ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con la prova valutativa

La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito delle opzioni, era quella contraddistin ...

Consob segnala una sfilza di società abusive

Riprendendo li avvisi di analoghi organismo stranieri, l’authorithy di vigilanza lancia un campane ...