Rischio da 25 miliardi per tre banche italiane

A
A
A

Unicredit, Intesa Sanpaolo ed Mps potrebbere aver bisogno di 25 miliardi di euro di capitali freschi nela caso in cui la crisi dovesse peggiorare. A rivelarlo gli stress test condotti a livello europeo.

di Redazione30 giugno 2010 | 09:30

Se la tanto temuta recessione a W dovesse avverarsi, e la crisi peggiorare ulteriormente, le tre banche italiane Intesa Sanpaolo, Unicredit e Monte dei Paschi di Siena potrebbero aver bisogno di capitali, per un totale tra il 2010 e il 2011 di 25 miliardi di euro. A rivelarlo La Stampa che anticipa alcune indiscrezioni i merito ai risultati degli stress test effettuati su 25 big della finanza europea.

Secondo quanto riportato dal quotidiano nazionale il dato delle realtà italiane è, in verità, “migliore della media europea” e, soprattutto, “tiene conto della peggiore situazione immaginabile di crisi”. I dati ufficiali in merito alle simulazioni che mettono alla prova la solidità patrimoniali delle banche del Vecchio Continente verranno comunque resi noti nella seconda metà di luglio. Ma già si parla di allargare da 25 a 70-120 il numero di istituti sottoposti a stress test.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Cassa di Risparmio di Asti, porte aperte ai giovani

Banche, la rivoluzione della tecnologia Blockchain

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Consulente formato, mezzo salvato…parola di Mifid 2

Santander, eccellenza nella gestione delle risorse umane

Banca del Piemonte dirige la sua nuova Orchestra

Intesa e Altis a braccetto con gli imprenditori del futuro

Consulente, sei incompetente per Mifid2?

Bce, il QE ci lascia in autunno. Forse

Private, Credit Suisse perde Riccucci

Banche, chiusure a raffica per le filiali

Anasf, Alessandrini alla guida dei Probiviri

Bnl-Bnp Paribas LB: superata quota 100 ingressi nel 2017

Arbitro per le controversie finanziarie, un primo bilancio di Consob

Banche, calano le sofferenze. Ma attenzione ai titoli tossici

Banche, Gentiloni punzecchia la Bce

Banche, così saranno quelle del futuro

Banche del territorio, un trio per tutelare i valori e gli interessi

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Ti può anche interessare

Mifid 2, Megale: “Cosa non cambia”

Per spiegare alcuni tra gli effetti concreti della normativa Mifid 2, da oggi in vigore, proponiamo ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le Sicav

La risposta esatta alla domanda pubblicata martedì, a proposito del codice di comportamento Assore ...

Polizze, Banco Bpm dice addio a UnipolSai e Aviva

Sciolta la partnership di bancassurance con il gruppo bolognese che cederà la propria quota in Popo ...