Consob, multati 14 dirigenti di Twice Sim

A
A
A

Sanzionati 14 manager per aver violato alcune regoleche “impongono agli intermediari di dotarsi di procedure idonee ad assicurare l’efficiente, corretto e trasparente svolgimento dei servizi e delle attività di investimento”.

di Redazione31 agosto 2010 | 13:00

La Consob ha multato con 44.300 euro 14 esponenti aziendali, amministratori e sindaci, di Twice Sim, la società di intermediazione mobiliare controllata da Iw Bank, banca on-line del gruppo Ubi Banca. Secondo quanto riportato nel bollettino della Consob, l’authority ha contestato a Twice Sim, nel periodo che va da novembre 2007 a gennaio 2009, la violazione di alcune norme che “impongono agli intermediari di dotarsi di procedure idonee ad assicurare l’efficiente, corretto e trasparente svolgimento dei servizi e delle attività di investimento”.

In particolare a Twice Sim è stato imputato di essersi avvalsa, nel prestare i suoi servizi, “di procedure che non hanno agevolato una pronta e completa ricostruzione dell’operatività posta in essere nei confronti della clientela e, quindi, una verifica della correttezza dell’operato dell’intermediario”. Continua dunque l’estate di super-lavoro della Consob, reduce da una serie di provvedimenti sanzionatori come quelli sull’insider trading di Cdb Web Tech e sulle vendite allo scoperto su Seat Pagine Gialle.

Tra gli esponenti aziendali multati figurano gli ex presidenti, Mario Massari e Maurizio Salom, gli ex amministratori delegati, Angelo Catapano ed Enrico Petocchi, e l’ex presidente del collegio sindacale Vincenzo Ciruzzi. L’acquisizione da parte del gruppo Ubi Banca di Twice Sim è stata successiva al periodo in cui si sono svolti i fatti contestati dalla Consob: annunciata a marzo 2009, l’operazione è diventata operativa a dicembre del 2009.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Come affrontare ogni imprevisto, anche il meno raccomandabile ...

Carim e CariCesena, rush finale verso il salvataggio

In preparazione l’aumento di capitale sostenuto da Fitd prima della cessione a Cariparma ...

Doris, rivoluzione in cassaforte

Dopo 20 anni l’accomandita a monte di Banca Mediolanum diventa società per azioni. Carfagna ammin ...