Credem, respinto ricorso contro elusione fiscale

A
A
A

Il Tribunale di Reggio Emilia avrebbe respinto l’istanza della banca in merito alla contestazione di elusione fiscale per abuso di diritto del valore di circa 3 miliardi.

di Redazione30 novembre 2010 | 13:30

 Il tribunale di Reggio Emilia ha respinto il ricorso di Credem in merito a una contestazione di elusione fiscale e di abuso di diritto per circa 3 miliardi.

Nel dettaglio, come riportato nella semestrale di Credem, le operazioni oggetto di verifica presso Credito Emiliano e Abaxbank (mediante processi verbali di constatazione notificati nel 2009) riguardano il periodo 2004-2007 e hanno interessato operazioni su titoli di Stato brasiliani, coperti da rischio cambio/tasso/paese e operazioni di arbitraggio su azioni inglesi quotate. La contestazione relativa agli investimenti su titoli di Stato brasiliani è basata su una nuova interpretazione dell’Agenzia delle entrate in materia di «abuso di diritto», mentre la contestazione relativa agli arbitraggi su azioni inglesi quotate è invece basata sull’istituto dell’elusione. 

Dopo la discussione nei giorni scorsi tra le parti, ieri, secondo quanto riportato da Radiocor, è arrivata la decisione della Commissione tributaria dell’Agenzia delle entrate che ha respinto il ricorso dell’istituto di credito, al quale vengono sostanzialmente contestate asimmetrie impositive tra diverse giurisdizioni fiscali che hanno determinato danni per le casse dell’Erario, a fronte di sostanziale neutralità per l’altro Paese interessato. 

Il Credem può comunque fare ricorso alla Commissione regionale dell’Emilia Romagna e dall’istituto fanno sapere che «analizzeremo le motivazioni, riteniamo di avere agito correttamente». Il Credem deve pagare all’Erario 8 milioni, di cui 4,2 milioni sono già stati versati mentre il ricorso era ancora pendente


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Sempre fedeli al multibrand

Ragaini (Banca Generali) presenta LUX IM che inizierà con venti comparti. ...

Consulenti, parte la rete di CheBanca!

Com'era nell'aria da tempo, Duccio Marconi (ex-Credem) è entrato nella società del gruppo Medioban ...

Consulenti, ecco quanto vale il vostro portafoglio

I fattori che incidono di più nella determinazione dei ricavi dei cf. ...