Promotori – E’ necessario il 4-5% da investire

A
A
A

Lista 4 sulla previdenza complementare di categoria.

di Redazione30 marzo 2011 | 14:00

Siamo molto concreti, è il momento che si affronti di petto il problema: rappresentanze dei promotori vadano a discutere con le proprie aziende, per prevedere un accantonamento annuo, che, tra contributi del promotore e contributi aziendali, arrivi, anche con gradualità, fino al 4-5% della remunerazione,
da investire in previdenza complementare.

Non crediamo nel fondo pensione di categoria: sarebbe costoso e con scarse prospettive di vita. Esistono diversi fondi pensione aperti che hanno caratteristiche anche migliori di quelli di categoria. La chiave di volta del problema è quindi racchiusa nella possibilità collaborazione diretta con le aziende.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti, cosa cambia con la Mifid 2 secondo Anasf

Promotori – Buoni e cattivi

Promotori – L’architettura aperta è il futuro

Ti può anche interessare

Falsi rendiconti e distrazione di somme dei clienti, sospeso ex B.Mediolanum

Il professionista avrebbe acquisito somme di pertinenza dei clienti contro la loro volontà, consegn ...

Fondi, nasce il gigante inglese

Confermata la fusione tra Standard Life e Aberdeen Asset Mgmt: decolla un gruppo con aum per 660 mld ...

Appropriazione indebita, sospeso un consulente ex di Banca Leonardo

Provvedimenti ai danni di un consulente accusato di aver distratto somme degli investitori, falsific ...