Banca Generali, dividendi per gli azionisti e incentivi per i cf

A
A
A

Si è svolta a Trieste l’assemblea delal società guidata da Gian Maria Mossa. Cedola di 1,07 euro per azione in pagamento il 24 maggio. Via libera al piano di fidelizzazione dei consulenti finanziari

Andrea Telara di Andrea Telara20 aprile 2017 | 16:16

Si è svolta a Trieste l’assemblea di Banca Generali. Confermati i già annunciati conti dell’esercizio 2016: l’utile netto consolidato si è attestato a 155,9 milioni di euro mentre è stato dato il via libera al dividendo unitario di 1,07 euro per ciascuna azione, che verrà pagato il 24 maggio. L’assemblea ha assunto anche una serie di deliberazioni sulle politiche retributive, riguardanti in particolare i consulenti finanziari.

Ecco di seguito le deliberazioni principali dell’assemblea:

– è stato varato il piano di fidelizzazione per l’anno 2017 per i consulenti finanziari e i
relationship managers nell’ambito di un più generale programma di lungo termine 2017-2026
volto ad incentivare la stabilizzazione e sostenibilità dei risultati aziendali attraverso il
perseguimento di definiti obiettivi di crescita e patrimonio gestito;

– è stata approvata la politica della società e del Gruppo in materia di remunerazioni e
incentivazioni e preso atto del resoconto relativo all’attuazione nell’esercizio 2016 della
politica approvata dall’Assemblea degli azionisti del 21 aprile 2016;

– è stato proposto proposta di innalzamento a 2:1 del rapporto tra componente variabile e fissa
della remunerazione per un numero limitato di figure specificatamente individuate, come
indicato nella Politica in materia di remunerazione e incentivazione;

– è stato approvato il sistema di incentivazione del Personale più Rilevante per l’anno 2017, il quale
prevede il riconoscimento di una parte della remunerazione variabile tramite assegnazione di
azioni, al fine di consentire il migliore allineamento degli interessi del management del
Gruppo Banca Generali a quelli degli azionisti attraverso un’attenta gestione dei rischi
aziendali e il perseguimento di strategie di lungo periodo;

– è stato autorizzato l’acquisto di 411.354 azioni proprie e il compimento di atti dispositivi sulle
stesse, allo scopo di dotare la Società della provvista necessaria ad erogare gli strumenti di
incentivazione (ivi inclusi i compensi pattuiti in vista o in occasione della conclusione
anticipata del rapporto) e fidelizzazione, in conformità delle politiche in materia di
remunerazione e incentivazione;

– confermati i tre consiglieri cooptati in corso di esercizio nel Consiglio di
Amministrazione della Banca e precisamente i Gian Maria MossaAzzurra
Caltagirone e Cristina Rustignoli. I consiglieri rimarranno in carica fino
all’approvazione del bilancio al 31 dicembre 2017

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn4Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Popolare di Vicenza, assemblea il 7 luglio

Ti può anche interessare

Banco Bpm proroga le adesioni per il riacquisto del bond al 2020

Prorogato al 14 aprile il periodo di adesione all’offerta pubblica volontaria di riacquisto del pr ...

Mediobanca: gli ingaggi d’oro dei cf vicini al capolinea

Per gli analisti di Piazzetta Cuccia, i costi di reclutamento dei consulenti finanziari pesano sulla ...

Portabilità del C/C oltre i termini? Le banche non rischiano per colpa del Mef

Un cliente di un cf ha ottenuto il trasferimento del rapporto dal precedente istituto in ventuno gio ...