Private banking, si rafforza il team di Edmond de Rothschild

A
A
A

David Ottolenghi, Tommaso Cattaneo e Tommaso Quochi Pallotta entrano a far parte del team de La Compagnie Financière Edmond de Rothschild Banque Italia

di Redazione30 maggio 2011 | 12:30

LCF Edmond de Rothschild Banque Italia, guidata dall’Amministratore Delegato Stefano Rossi e diventata dallo scorso 1° novembre branch della Banca francese, rafforza ulteriormente la propria attività in Italia con l’inserimento di David Ottolenghi, di Tommaso Cattaneo e di Tommaso Quochi Pallotta nelle tre diverse aree di business in cui opera la Società nel nostro Paese.

David Ottolenghi, classe ’79, laureato in Institutions and Financial Market Management presso l’Università Bocconi, ha iniziato la sua carriera nel 2002 prima in Merrill Lynch Investment Managers SGR per proseguire presso la sede di Dublino di Pioneer Investment in qualità di operation analyst. Nel 2005 Ottolenghi è entrato a far parte di State Street Bank dove ha ricoperto il ruolo di senior fund accounting, passando nel 2007 in Banque Privée Edmond de Rothschild Europe in qualità di Sales & Account Manager. Ottolenghi entra in LCF Edmond de Rothschild Banque Italia per occuparsi della vendita dei prodotti di asset management della Banca autorizzati al collocamento, lavorando in team con Ivan Zanuttini, Paolo Bordi ed Elena Bossola.

Tommaso Cattaneo, classe ‘75 e laureato in Ingegneria Gestionale presso il Politecnico di Milano, ha iniziato la sua carriera nel 2002 prima in KPMG Advisory e poi presso Protiviti nell’ambito della consulenza aziendale in qualità di Financial Services. Cattaneo fa il suo ingresso in LCF Edmond de Rothschild Banque Italia con il ruolo di Financial Controller per occuparsi sia del reporting contabile finanziario che dello sviluppo dei progetti interni.

Tommaso Quochi Pallotta, nato a Milano nel 1975 e con una laurea in Economia e Commercio conseguita presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, dal 2002 ha lavorato in MLP Private Finance AG in qualità di Financial Consultant e ha proseguito come private banker presso l’ex Banco di Lugano divenuto poi Bank Julius Baer & Co. per la quale, dopo essere stato promosso Associate Director, si è dedicato principalmente all’attività di private banking. Quochi Pallotta entra in LCF Edmond de Rothschild Banque Italia occupandosi delle gestioni patrimoniali e della consulenza per la clientela privata. “L’inserimento di Ottolenghi, di Cattaneo e di Quochi Pallotta – dichiara Stefano Rossi, Amministratore Delegato di LCF Edmond de Rothschild Banque Italia – evidenzia la costante crescita in Italia delle tre diverse nostre aree di business e il continuo sviluppo delle attività italiane del Gruppo. Vogliamo puntare sulla distribuzione e sul collocamento dei fondi presso la clientela sia istituzionale che privata, sulla gestione patrimoniale e sulla consulenza per la clientela privata.”

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

MetLife: l’assicurazione si fa in realtà virtuale

La piattaforma lanciata da PNB Metlife permette ai clienti di interagire con un esperto di assicuraz ...

5 modi in cui la tecnologia cambierà le banche (secondo Wells Fargo)

La tecnologia sta rivoluzionando (e lo farà sempre di più) anche il settore bancario. Come riporta ...

Giuliani (Azimut): “Qualcuno specula contro di noi”

Intervista al Sole 24Ore del fondatore del Gruppo Azimut. “Risultati in crescita e utile quasi rad ...