Banche, Popolare di Vicenza lancia servizi dedicati ai militari dell’Arma

A
A
A

L’Istituto di credito ha dedicato ai militari la carta prepagata ricaricabile “Legione Carabinieri Veneto” e uno spazio self service interno ai locali della caserma di Padova

di Redazione29 luglio 2011 | 07:12

Banca Popolare di Vicenza e Legione dei Carabinieri Veneto insieme per sostenere i militari dell’Arma. L’Istituto di credito ha dedicato una serie di servizi bancari ad hoc ai militari del comando Legionale, dalla carta prepagata ricaricabile “Legione Carabinieri Veneto”  a uno spazio self service interno ai locali della caserma di Padova.
 
Nello specifico la carta consente di prelevare contante, effettuare ricariche telefoniche, inviare e ricevere bonifici presso gli oltre 29 milioni di esercizi che espongono i marchi Pago Bancomat o Mastercard. E’ utilizzabile in Italia e in tutto il mondo e, in caso di valute diverse, le spese saranno convertite in euro direttamente dal circuito internazionale Mastercard. Consente, inoltre, di prelevare contanti nel territorio nazionale e all’estero presso gli sportelli ATM che espongono i marchi Pago Bancomat o Mastercard. I possessori della carta prepagata Legione Carabinieri Veneto potranno inoltre avere accesso a @time, il servizio di home banking di Banca Popolare di Vicenza. Inoltre, dopo ogni utilizzo, è possibile consultare la lista dei movimenti anche presso le filiali della Banca Popolare di Vicenza, gli sportelli Bancomat della Banca e del circuito Qui Multibanca, oltre che presso lo spazio interno al Comando Legionale dedicato ai militari dell’Arma in via F. Rismondo n. 4 a Padova, dove i militari potranno usufruire, direttamente in caserma, di uno sportello Bancomat per il prelievo di contante e il pagamento di utenze e di un corner dove, due volte a settimana, un consulente della Banca è a disposizione per illustrare servizi e prodotti.
 
Con oltre 35 miliardi di euro di attivo, oltre 5.600 dipendenti e 677 punti vendita (tra filiali, negozi finanziari e sportelli privati), il Gruppo Banca Popolare di Vicenza rappresenta la nona realtà bancaria italiana. Fondato a Vicenza nel 1866 come prima banca popolare del Veneto, l’istituto è fortemente radicato nel Nord Est e ha una rilevante presenza anche nel Nord Ovest, in Toscana e nell’Italia meridionale (con Banca Nuova). Il gruppo è presieduto dal 1996 da Gianni Zonin, Consigliere Delegato è Divo Gronchi, Direttore Generale è Samuele Sorato.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Ti può anche interessare

Mps, arriva il salvagente di stato

Il governo approva un decreto che lancia una ricapitalizzazione precauzionale del Monte dei Paschi d ...

Mediolanum rischia l’indice

Il calo borsistico del titolo della banca dei Doris potrebbe farlo uscire dal paniere Ftse Mib. ...

UniCredit promuove Frizé

Il manager francese nominato global head di financial institutions group (Fig) all'interno della div ...