Caso Unipol-Bnl, condannati a tre anni e mezzo Fazio e Caltagirone

A
A
A

Assolte invece le società Carige, Deutsche Bank e Popolare di Vicenza, che erano accusate di violazione della legge 231 del 2001 sulla responsabilità della società

di Redazione31 ottobre 2011 | 14:17

Il tribunale di Milano ha condannato a tre anni e mezzo di carcere l’ex-governatore di Bankitalia Antonio Fazio e l’imprenditore Francesco Gaetano Caltagirone per la tentata scalata Unipol-Bnl nel 2005. L’ex-presidente di Unipol Giovanni Consorte è stato invece condannato a tre anni e 10 mesi e al pagamento di 1,3 milioni di euro di multa, mentre l’ex-capo della vigilanza di Bankitalia Francesco Frasca è stato assolto. Anche Fazio è stato condannato a pagare 1,3 milioni di euro. 

Nel processo Unipol -Bnl , per fatti che risalgono all’estate 2005, i pm avevano chiesto una condanna a 4 anni e 7 mesi più 1,2 milioni di euro di multa per l’ex presidente di Unipol Giovanni Consorte e a 3 anni e 6 mesi e 700.000 euro di multa per Fazio.  Gli imputati sono accusati a vario titolo di aggiotaggio, ostacolo all’attività di vigilanza e insider trading.  Assolte invece le società Carige, Deutsche Bank e Popolare di Vicenza, che erano accusate di violazione della legge 231 del 2001 sulla responsabilità della società.  Il tribunale ha invece condannato Unipol a pagare una multa di 720.000 euro; Popolare Emilia Romagna dovrà invece pagare 270.000 e la società Hopa 400.000 euro.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ennio e Massimo Doris: “Benvenuti nella nostra Casa”

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Le sinergie accademiche di B. Mediolanum

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Nuova Banca Etruria vince in appello contro Consob

F&F al passo d’addio, DB Advisory Clients pensa a un tour

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Una crisi indigesta alle reti

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Che bello lavorare in Credem

Ingresso di peso per il private di IWBank

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Banche, quei dieci trend che le cambieranno

Polizze, le crepe nel mito dell’impignorabilità

Consulenza un tanto al chilo

Banche e finanza, stipendi d’oro per i top manager

Bnl, the brand must go on

Shopping per il private di Banca Profilo

Leadership digitale, Intesa batte Unicredit e Fineco

B.Generali, atto di forza nella consulenza

Il cda di Fideuram Ispb cambia faccia

Mifid 2, sfida alla burocrazia

Bail-in, risparmi degli italiani ancora a rischio

Consulenti: “sos” momenti imbarazzanti con i clienti

Fideuram Ispb, il tesoro è in Irlanda

Mifid 2 è il migliore alleato di Mediolanum

Private, sulla Svizzera c’è Intesa

La relazione nel dna delle reti

La consulenza che piace ai Millennial

Private insurance nel mirino di Ispb

Banche e reti, stipendi da favola

Ti può anche interessare

Finanza & Futuro a forza 6 nel Centro Sud

Il network di Finanza & Futuro nell’area può contare su 690 consulenti, 50 uffici e 6,5 milia ...

Sempre fedeli al multibrand

Ragaini (Banca Generali) presenta LUX IM che inizierà con venti comparti. ...

Widiba affida Benevento a Mercaldo

Luca Mercaldo è stato nominato nuovo district manager per la provincia di Benevento.  ...