Consulenti, Mifid 2 al meeting dei big boss

A
A
A

Domani al convegno Assoreti le sfide della direttiva. Colafrancesco a BLUERATING: il robo-advisor non basta senza la relazione personale.

Andrea Telara di Andrea Telara12 maggio 2017 | 09:27

Innovazione, educazione, modelli di business e modelli normativi, con un focus particolare sulla Mifid 2. Sono i temi centrali del convegno biennale di Assoreti che si tiene a Capri domani, 13 maggio. I big delle reti e della consulenza finanziaria sono convocati da Matteo Colafrancescon (nella foto), presidente di Assoreti e di Fideuram Intesa Sanpaolo Private Banking (ISPB), che darà il via ai lavori del convegno dal titolo “La consulenza: innovazione, educazione e valore tra modelli normativi e modelli di business”. Il parterre di ospiti e relatori dell’appuntamento di Assoreti è molto ricco e include Mauro Albanese (direttore commerciale Pfa Network di FinecoBank), Massimo Doris (amministratore delegato di Banca Mediolanum), Armando Escalona (vicepresidente di Finanza & Futuro Banca), Paolo Martini (amministratore delegato di Azimut Capital Management), Paolo Molesini (amministratore delegato di Fideuram Ispb), Andrea Pennacchia (direttore generale di Iw Bank), Andrea Ragaini (vicedirettore generale di Banca Generali) e Mauro Re (direttore wealth management & marketing di Allianz Bank Financial Advisors). Previsti anche gli interventi di Mauro Marino, presidente della Commissione Finanze e Tesoro del Senato, Carmine Di Noia, commissario Consob e Pierluigi Brienza, a.d. di Deloitte Consulting.

I temi del convegno biennale di Assoreti sono anche al centro dell’intervista a Colafrancesco pubblicata sulll’ultimo numero di BLUERATING in edicola. Nel corso dell’intervista, il presidente di Assoreti parla proprio di innovazione, digitalizzazione dei servizi e di educazione finanziaria, evidenziando le sfide che oggi il settore della financial advisory si trova di fronte Oltre ai vantaggi portati in dote dallo sviluppo delle nuove tecnologie e dai software per la profilatura del cliente, Colafrancesco sottolinea che l’innovazione comporta anche un rischio: quello di una “standardizzazione delle raccomandazioni d’investimento che, ove ripetute allo stesso modo da più roboadvisor, potrebbero improntare scelte di di tipo massivo con effetti non prevedibili per i mercati e per gli emittenti”. Ecco allora che, secondo il presidente di Assoreti, emerge l’importanza dell’elemento umano nelle attività di consulenza, visto che “l’uomo è più duttile di qualsiasi algoritmo”. Riguardo alla Mifid 2, Colafrancesco evidenzia come la direttiva europea rafforzi il modello delle reti e giustifichi un costo trasparente dei servizi.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’INTERVISTA COMPLETA A COLAFRANCESCO PUBBLICATA SU BLUERATING

 

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Assoreti: il patrimonio dei clienti supera i 518 miliardi

ConsulenTia18/Tofanelli (Assoreti): “Reti, cogliete l’attimo”

Assoreti: 2017 da record per la produzione

Assoreti, raccolta in frenata a novembre. Bene il gestito

Reti, a ottobre riparte la raccolta

Reti, nuovo record per il patrimonio

Reti, raccolta positiva ma in frenata

Reti, agosto da record per la raccolta

Reti, fondi e polizze trainano la raccolta

Tofanelli (Assoreti e Ocf): “Il 30 bis? Vigilanza più difficile ma nei tempi giusti”

Reti, il patrimonio sfiora i 500 miliardi

Reti, raccolta positiva ma in frenata

Reti, raccolta boom grazie a fondi e polizze

Regole Esma, la classificazione della clientela è il tallone d’Achille

Assoreti, fondi e polizze trainano la raccolta di aprile

Colafrancesco (Assoreti): “Puntiamo sulla relazione professionale”

Senatore Marino: vi spiego la cabina di regia sull’educazione finanziaria

Reti, nuovo record per il patrimonio

Fideuram ISPB frantuma ogni record: 1,5 mld di gestito a marzo

Assoreti: raccolta sprint a marzo grazie al gestito

Consulenti, grande meeting dei big boss

Assoreti, la raccolta dei cf accelera a febbraio

Assoreti: confermato Colafrancesco, Doris e Foti vicepresidenti

Colafrancesco (Assoreti): “Il cf, una professione attraente per i giovani”

Tofanelli (Assoreti): “Universitari necessari per il futuro dei cf”

Reti, parte bene il 2017. Raccolta di 2,3 miliardi a gennaio

Reti, altro record per il patrimonio

Reti, ottima la raccolta nel 2016 ma non batte il record

Assoreti, frena la raccolta a novembre

Assoreti, cinque borse di studio a Tor Vergata

Fideuram leader di ottobre, Banca Generali a tavoletta nel gestito

Assoreti, nuovo record per il patrimonio

Assoreti punta sulla formazione e assegna le borse di studio

Ti può anche interessare

Congressi Anasf, i cf di Fideuram Ispb fanno il pieno di voti in Abruzzo

I primi risultati delle elezioni dei rappresentanti territoriali dell’associazione guidata da Maur ...

Banca Akros, nuova operazione del programma Multiseller Npl

Banca Akros ha organizzato l’asta competitiva per la cessione in pool di crediti in sofferenza di ...

Bancassurance, Aviva divorzia da Banco Bpm

Si conclude l’operazione già annunciata il 25 agosto. Prezzo di vendita: 265 milioni di euro. ...