“BLUEADVISOR, la nostra soluzione nell’era della Mifid II”

A
A
A

Uno strumento utile per gestire la clientela in modo semplice, economico, completo e costantemente aggiornato. Parla Vito Massafra, business development di BLUEADVISOR.

di Redazione12 maggio 2017 | 16:27

Nell’ambito di ITForum 2017 (guarda il video), all’interno della FintechAge Area, Blue Financial BlueAdvisorCommunication, società che edita fra gli altri questo sito web, presenterà BLUEADVISOR, una piattaforma pensata per i tutti i professionisti della consulenza finanziaria Mifid II compliant. Ne parliamo con Vito Massafra (nella foto a sinistra), business development di BLUEADVISOR.

Cos’è, esattamente, BLUEADVISOR?
BLUEADVISOR è la piattaforma Fintech per i consulenti finanziari nell’era della Mifid II. La Markets in financial instruments directive II entrerà in vigore il 3 gennaio 2018 ed è finalizzata alla regolarizzazione dei servizi di investimento in tutti i Paesi aderenti all’Unione europea.

Dunque è pensata per tutti i consulenti finanziari iscritti all’Albo unico, che saranno sottoposti agli obblighi della Mifid II. È così?
Esatto. Il target di riferimento sono i circa 55.000 – di cui circa 36.000 attivi – consulenti finanziari iscritti all’Albo unico tenuto da Ocf che operano per banche, sim e sgr, assistendo circa 3,7 milioni di clienti con un numero medio per consulente finanziario di 167 assistiti. Ma anche i fee only, che con la riforma varata nel 2015 in Italia confluiscono nell’Albo unico di Ocf.

Nel dettaglio, rispetto agli obblighi che imporrà Mifid II, come si colloca BLUEADVISOR? Ci può spiegare meglio?
Con Mifid II ci sarà più trasparenza ma anche maggiori costi amministrativi, di reporting e legali. I clienti dovranno avere un contratto Mifid II compliant e dovranno essere profilati. Ci sarà un problema di adeguatezza, di regole per le raccomandazioni, di monitoraggio, di riequilibrio, di conservazione dei documenti, di tracciabilità, di reportistica, di fatturazione e di stoccaggio e archiviazione della documentazione.

Quindi?
Quindi ecco la nostra soluzione: una piattaforma online Mifid II compliant, accessibile anche da mobile, per tutti i professionisti della consulenza finanziaria, uno strumento utile per gestire la clientela in modo semplice, economico, completo e costantemente aggiornato, con un costo accessibile, che consente di risparmiare tempo e di aumentare la produttività e che garantisce sicurezza informatica.

Un’ultima domanda: dove si terrà la presentazione di BLUEADVISOR e come vi si potrà assistere?
Basta iscriversi a ITForum 2017 e nella due giorni della manifestazione – il 18 e 19 maggio – andare nella FintechAge Area e assicurarsi un posto. Sarà un breve incontro di cinque minuti, che verrà replicato nel corso di quei due giorni, con l’opportunità, per chi lo seguirà, di rivolgerci domande per saperne di più.

Clicca qui per conoscere BlueAdvisor.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consulenti finanziari, all’ITForum 2017 BFC presenta BLUEADVISOR

“BLUEADVISOR, la nostra soluzione nell’era Mifid II”

Ti può anche interessare

Banco Bpm, per Moody’s ha ancora troppi npl

L’agenzia di rating in una nota ha detto che il gruppo bancario potrebbe dover sostenere perdite p ...

Azimut, 120 milioni di raccolta per Ipo Club

Primo obiettivo raggiunto per le sottoscrizioni del fondo chiuso dedicato al sostegno delle imprese ...

Generali, Intesa Sanpaolo mette in cantiere l’offerta

Il gruppo guidato da Carlo Messina starebbe preparando un’ops da 15 miliardi di euro. ...