Spagna in recessione, S&P taglia rating di nove banche

A
A
A

L’agenzia di rating statunitense ha abbassato i giudizi a breve e lungo termine di nove banche spagnole, mettendo in creditwatch negativo quelli di…

di Redazione30 aprile 2012 | 07:50

A pochi giorni dal taglio del rating sovrano, la scure di Standard & Poor’s si abbatte nuovamente sulla Spagna. L’agenzia di rating statunitense ha infatti tagliato il merito di credito a breve e a lungo termine di nove banche spagnole, ha messo in creditwatch negativo quelli di sei istituti e solo quello a lungo termine di un’altra banca. Lo riferisce una nota della stessa agenzia che precisa che i rating di tre banche sono stati mantenuti in creditwatch negativo e quelli di un istituto sono stati mantenuti in creditwatch positivo.

Tra gli altri, l’agenzia ha abbassato i rating di Banco Santander e della sua controllata Banco Espanol de Credito (Banesto) a ‘A-/A-2’ da ‘A+/A-1’. Ha tagliato quelli di Bbva a ‘BBB+/A-2’ da ‘A/A-1’ e quelli di Banco de Sabadell a ‘BB+/B’ da ‘BBB-/A-3’. Sono a rischio anche altre due banche del Paese, CaixaBank e Bankia, la cui sentenza potrebbe arrivare entro la fine di maggio.

Non finiscono qui le cattive notizie. Il Paese iberico ha registrato nel primo trimestre di quest’anno ua contrazione del Pil dello 0,3% dopo il -0,3% dell’ultimo trimestre del 2011. Con due trimestri consecutivi in contrazione, si conferma ufficialmente il ritorno in recessione di Madrid dal 2009. Su base annua, il Pil ha evidenziato un -0,4%. L’istituto nazionale di statistica ha spiegato che l’andamento dell’economia “è la conseguenza della performance della domanda nazionale, compensata solo parzialmente dal contributo positivo della domanda estera”; mentre la disoccupazione continua a salire: nel primo trimestre 2012 è infatti balzata al 24,4% della popolazione attiva.

Settimana scorsa proprio S&P ha declassato il debito sovrano della Spagna di due livello portandolo a BBB+ da A, con outlook negativo, a causa dei rischi significativi di peggioramento. L’agenzia prevede una contrazione dell’economia spagnola dell’1,5% per l’intero 2012 e per il prossimo anno il calo sarà dello 0,5%.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

McKinsey: “Cosa serve ancora alle banche”

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Ti può anche interessare

Tango Bond, la task force chiude i battenti

Va in pensione l'organismo che aveva il compito di tutelare i risparmiatori che avevano investito ne ...

Congressi Anasf, gli eletti in Puglia e Basilicata

Continua lo spoglio dei voti per il rinnovo degli organismi regionali dell’associaizione guidata d ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le operazioni pronti contro termine

RISPOSTA “D” – La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito dei contratti forw ...