La lunga strada dello statuto dei lavoratori autonomi

A
A
A

L’ipotesi non è nuova: era già presente in un disegno di legge Treu

di Redazione30 aprile 2012 | 08:18

L’ipotesi di arrivare a uno statuto dei lavoratori autonomi non è nuova: al Senato è già presente un disegno di legge che vede come primo firmatario il senatore Tiziano Treu, già ministro del Lavoro nel governo Dini e nel primo governo Prodi, nonché autore del “pacchetto Treu” da cui prese origine la legge 196/97 che ha introdotto in Italia il lavoro interinale e altre forme contrattuali di lavoro atipico.

Secondo l’analisi di Treu i lavori autonomi hanno “un grande potenziale di sviluppo, essi hanno tuttavia bisogno di peculiari forme di sostegno a fronte delle grandi trasformazioni del contesto produttivo e delle criticità che li riguardano”. Il disegno di legge che propone Treu si propone di individuare “un insieme di princıpi e di regole essenziali che non annulla le specificità delle singole categorie, ma definisce un denominatore di tutele e di incentivi rispondente alle esigenze comuni di questi soggetti, che è il riconoscimento e la valorizzazione del loro lavoro”.

Tra questi interventi il testo depositato al Senato prevede ad esempio interventi che favoriscano la ricerca di una “competitività basata sulla qualità e sulla stabilità del lavoro e non sulla sua intensificazione esasperata o sulla mera riduzione dei costi; maggiori investimenti in formazione continua, innovazione e sicurezza; utilizzo delle nuove tecnologie; diffusione di pratiche che superino tutte le discriminazioni nel lavoro (di genere, di razza ed etnia, di età) e che promuovano le pari opportunità, in particolare fra uomini e donne” nonché la “regolarizzazione delle forme di lavoro irregolare”. Resta da capire se in un momento di crisi come l’attuale questa proposta troverà un suo spazio per decollare o quanto meno convergere nelle norme e nelle misure che accompagneranno il ddl lavoro o se si dovrà attendere la prossima legislatura per riprendere e completare un discorso che attende ormai da 30 anni almeno di essere portato a conclusione.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Top manager di banche e digital al Summit di Saint-Vincent

Fallimenti e rivalsa sulle banche, il cliente può agire

Consob, l’Acf stoppa i ricorsi contro Bpvi e Veneto Banca

Banca Mediolanum dice la sua sull’innovazione digitale

Bankitalia: segnali di ripresa per il settore del credito

L’aumento del c/c per il fondo salva-banche è illegittimo

Cryan (Deutsche Bank) auspica tassi più alti e più fusioni e acquisizioni tra banche

Vigilanza bancaria, così cambia l’assetto dei controlli in Europa

Banche italiane, il consolidamento è partito

Dal 2007 in Europa sono scomparse 700 banche

Crediti problematici: Rev punta a collocare due portafogli di Npl tra agosto e ottobre

Hsbc, la svolta di Gulliver porta risultati

Qatar: le tensioni geopolitiche fanno defluire i capitali stranieri

Gacs, si va verso il rinnovo ma il costo potrebbe cambiare

A John Cryan serviranno anni per ristrutturare Deutsche Bank

Ubi Banca in stato di grazia a Piazza Affari: +4,34%

Reti Top, conto alla rovescia per le semestrali

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Goldman Sachs punta sui prestiti alla clientela istituzionale Usa

Le ultime mosse sulle banche italiane convincono persino Schaeuble

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

La Brexit aumenta il fascino di Francoforte, ma Londra resta la capitale della finanza mondiale

Banca Carige opta per un aumento da 500 milioni

Banche, anche in Svizzera è l’ora delle razionalizzazioni

Banche: ora tocca al dossier Stefanel

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

L’estate 2017 potrebbe rivelarsi propizia per le banche italiane

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Bpvi – Veneto Banca, la soluzione Intesa Sanpaolo non entusiasma tutti

Ti può anche interessare

Firme contraffatte e rendiconti falsi, la Consob radia dall’Albo un consulente

Provvedimento dell’authority ai danni di un professionista originario di Saronno. ...

Popolare di Vicenza, “rosso” da 1,9 miliardi

L'istituto berico e Veneto Banca hanno intanto chiuso l'offerta di transazione per i soci "azzerati" ...

Banco Bpm, rally in Borsa all’esordio

il titolo della terza banca italiana, nata ufficialmente l’1 gennaio dalla fusione tra il Banco Po ...