Credito Artigiano, il prezzo del recesso da fusione Creval è di 0,91 euro

A
A
A

La stipula dell’incorporazione è subordinata alla condizione che il recesso non sia esercitato per una percentuale del…

di Redazione21 giugno 2012 | 12:10

È stato fissato a 0,92 euro per azione il prezzo a cui gli azionisti di Credito Artigiano che non hanno votato a favore della fusione per incorporazione nella controllante Credito Valtellinese potranno esercitare il recesso entro il 6 luglio prossimo. La stipula dell’atto di fusione, ricorda la banca, è subordinata alla condizione che il recesso non sia esercitato per una percentuale del capitale sociale superiore all’11,297%, vale a dire il 50% della porzione di capitale del Credito Artigiano non detenuto da Credito Valtellinese.

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

CreVal: Franco Sala nuovo vicedirettore generale

Ti può anche interessare

Bluerating in edicola: “Partiamo in vantaggio con la Mifid 2”

E’ uscito il numero di novembre del mensile con una intervista a sergio Albarelli, a.d. del Gruppo ...

ConsulenTia 2018, un’edizione da record

Alla quinta edizione della kermesse hanno partecipato 3.000 visitatori unici, 54 sponsor tra sgr, ba ...

Widiba, bis di ingressi a inizio anno

Si tratta di Giovanni Bruno Miserrafiti e Salvatore Melchionna, che vanno a rafforzare l’ufficio d ...