Promotori, Mediolanum stappa lo champagne per il primo semestre 2012

A
A
A

Dal gruppo potrebbe arrivare una serie di prestiti obbligazionari. Ai family banker il compito di collocarli

Maria Paulucci di Maria Paulucci31 luglio 2012 | 12:32

UTILE IN CRESCITA – Nel primo semestre dell’anno, Mediolanum è stata baciata dall’effetto positivo del forte aumento anno su anno dei ricavi ricorrenti – ossia, commissioni di gestione e margine da interessi – e delle commissioni di performance. Ma un beneficio è arrivato anche dai proventi da investimenti al fair value, che secondo Mediolanum “nel semestre hanno più che compensato le perdite registrate nell’intero 2011”. Il gruppo chiude il periodo con un utile netto di 217,5 milioni di euro, in miglioramento del 125% rispetto allo stesso semestre dell’anno scorso. L’utile netto del mercato domestico è stato di 210 milioni di euro, con un +116% in confronto a dodici mesi prima. Il totale delle masse gestite e amministrate si è attestato a 49 miliardi di euro, in crescita del 5% dal saldo al 30 giugno 2011 e del 6% dal saldo di inizio anno.

E LA BANCA? – Capitolo Banca Mediolanum. La raccolta netta è stata positiva per 1,7 miliardi di euro. In particolare, la voce “fondi e gestioni” ha totalizzato 869 milioni. Nella sua nota, Mediolanum parla al riguardo di “netta controtendenza con il resto del mercato”. Il numero di promotori finanziari al 30 giugno è pari a 4.432 unità. Il totale dei clienti alla stessa data si attesta a quota 1.049.300. I conti correnti e di deposito hanno raggiunto un totale di circa 676.500, con un incremento del 17% rispetto alla stessa data dell’anno scorso e dell’8% dall’inizio dell’anno. Il board ha inoltre stabilito di avviare le attività e le valutazioni finalizzate alla possibile acquisizione dagli attuali azionisti paritetici (sostanzialmente, Fininvest e Doris) della società Mediolanum Assicurazioni, attiva nel mercato assicurativo danni rami elementari, esclusi i rami auto, le cui polizze sono offerte al mercato retail delle famiglie e distribuite solo da Banca Mediolanum.

ARRIVANO I PRESTITI – Il consiglio ha infine deliberato l’emissione di prestiti obbligazionari non convertibili a tasso fisso ovvero a tasso variabile con floor ovvero equity linked, fino a un importo massimo complessivo di 300 milioni di euro, che potranno essere collocati entro il 31 dicembre 2013 sul mercato italiano presso il pubblico indistinto tramite il collocatore Banca Mediolanum, che agirà anche in qualità di agente di calcolo. Il ricavato dell’emissione sarà destinato principalmente alla diversificazione degli strumenti di indebitamento nonché al sostegno dello sviluppo del business delle società controllate. L’emittente non prevede di presentare domanda di ammissione alle negoziazioni delle obbligazioni presso alcun mercato regolamentato, italiano o estero.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediolanum, 5 family banker per un nuovo tour

Banca Mediolanum a forza sette

Mediolanum, raffica di eventi targati Corporate University

Mediolanum rischia l’indice

Banca Mediolanum, trasloco in Spagna

Fideuram ISPB corre da sola, B. Generali insegue

Banca Mediolanum, estate a forza 9

La svolta di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, oggi il big show

E. Doris (B.Mediolanum): “Pir, volano per mercati e imprese”

Banca Mediolanum, fondi col vento in poppa

La corsa di Fideuram ISPB, B. Mediolanum insegue

Pir, Banca Mediolanum lancia anche le polizze

Personal branding: in università con Mediolanum

B. Mediolanum e Bnl prime in reclutamento a giugno

Doris: Faremo anche la banca d’affari

Banca Mediolanum, volano i profitti e le masse

Sei uomini d’oro per Banca Mediolanum

Investire nelle pmi, Mediolanum a tutto campo sui Pir

Banca Mediolanum, Doris in tour per far conoscere i Pir alle imprese

Banca Mediolanum sfiora i 3 miliardi

Tendenza Mediolanum: 5 appuntamenti in tutta la Penisola

Doris (B. Mediolanum): “Ecco come sarà la banca del futuro”

Doris: boom Pir, 1,3 miliardi a giugno

Il Mediolanum-pensiero attraversa l’Italia

L’importanza del cambiamento, serata con Mediolanum a Caltanissetta

Banca Mediolanum, maxi-reclutamento a maggio

Bail-in, rischi e rendimenti. Se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Mediolanum, Doris: “Compriamo il 5%”

Banca Mediolanum, vento in poppa con i Pir

Banca Generali e Fineco vincono la tappa

Quattro bancari nella rete di Banca Mediolanum

Banca Mediolanum, cinque ingressi tra Lombardia e Veneto

Ti può anche interessare

Due ingressi in Scm Sim

La società guidata da Antonello Sanna ingaggia due professionisti per l'area Wealth Management. ...

Popolare di Spoleto, addio alla borsa

Revocati dalla negoziazione sull’Mta i titoli, già sospesi da 2013 ...

BancoPosta, staffetta al vertice

Nominato alla guida Andrea Novelli al posto di Marco Siracusano che andrà a dirigere la divisione ...