Quando la banca incontra la tecnologia: il caso CreVal

A
A
A

Al Banking Summit di quest’anno Microsoft ha approfondito l’importanza della tecnologia nel settore bancario.

Daniel Settembre di Daniel Settembre20 settembre 2012 | 14:09

HITECH BANCARIO – Banche e tecnologia. Un’unione sempre più frequente e sempre più fondamentale in ottica di crescita. L’esperienza del gruppo Credito Valtellinese, presentato da Micrsoft all’edizione di quest’anno del Banking Summit di Milano. Una testimonianza dell’importanza dell’Ict per ottenere vantaggio competitivo nel settore bancario. In uno scenario in cui la tecnologia è pervasiva e social network e mobile device dominano la quotidianità, per gli istituti finanziari diventa prioritario sfruttare queste leve per acquisire e fidelizzare nuovi clienti.

IL CASO CREVAL – Un caso emblematico dell’evoluzione dei canali distributivi e del rinnovamento delle filiali è proprio quello di Credito Valtellinese (quattro banche, oltre 540 filiali e 4.500 dipendenti), che grazie alla tecnologia Microsoft, ha realizzato nei mesi scorsi un innovativo sportello commerciale, finalizzato a mettere il cliente al centro, semplificando il processo di erogazione del servizio, migliorando l’operatività, la relazione con la clientela e la proposizione commerciale e adottando la prassi della firma digitale.

IL PROGETTO
– Il progetto ABC, la nuova infrastruttura per le applicazioni di sportello, ha coinvolto 543 sportelli per un totale di 5.500 utenti, che hanno implementato in modo rapido un mix integrato di soluzioni Microsoft. Il nuovo sportello è assolutamente intuitivo e sfrutta un’interfaccia totalmente analoga a Office rendendo di conseguenza particolarmente semplice la formazione degli utenti.

I VANTAGGI
– È stato così ridotto l’utilizzo di carta, rese più semplici e veloci le operazioni ovunque in qualunque momento, è stata migliorata la trasparenza e l’accessibilità al patrimonio informativo e abilitata una più efficace gestione della sempre crescente quantità di dati strutturati e non ai fini di analisi strategiche in grado di generare un vantaggio competitivo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Creval bocciato da Moody’s

Corsa a cinque per le assicurazioni del Creval

CreVal, cessione milionaria di npl

Ti può anche interessare

Capobianco (OCF): “Ricambio, giovani cf in lieve crescita”

Il direttore generale di OCF Joe Capobianco fa il punto sulle nuove generazioni di consulenti finanz ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le sezioni territoriali dell’albo

La risposta esatta alla domanda pubblicata venerdì, a proposito dei requisiti di onorabilità, era ...

Speciale ITForum 2017, a Rimini una conferenza su Roboadvisor e Robo4advisor con gli esperti di Fida

Gianni Costan e Luca Lodi spiegheranno il valore aggiunto (ma complementare) della consulenza “rob ...