Bnp Paribas: in arrivo su Borsa Italiana cinque Jet cap protection

A
A
A

Il responsabile italiano di ‘exchange traded solutions’ del gruppo francese, Roberto Albano, fa il punto sul mondo dei certificati offerti da…

di Redazione28 settembre 2012 | 13:42

Il responsabile italiano di ‘exchange traded solutions’ di Bnp Paribas, Roberto Albano, fa il punto sul mondo dei certificati della gamma della banca francese.

Di cosa si occupa il suo team all’interno del gruppo Bnp Paribas?
Il team Ets Italia si occupa dell’ideazione ed emissione dei certificati di investimento sul mercato attraverso la quotazione diretta su Borsa Italiana. L’obiettivo è quello di offrire all’investitore molteplici soluzioni di impiego, grazie a un ampio ventaglio di scelte in termini di pay off, scadenze, diversificazione geografica e settoriale. In questo modo riteniamo di poter incontrare al meglio le specifiche esigenze degli investori italiani.

A differenza di altri Paesi europei, in Italia i certificati sono ancora poco noti a investitori e consulenti finanziari. Quali sono i loro punti di forza?
I certificate sono strumenti finanziari che rappresentano una valida alternativa all’investimento diretto nelle varie attività sottostanti, che possono spaziare dal titolo azionario, all’indice fino alle commodity. Essi si prestano inoltre a realizzare numerose strategie di investimento quali il recupero di perdite pregresse o la gestione della liquidità di portafoglio.

I certificate sono strumenti liquidi?
Questo è un ulteriore punto di forza. La quotazione sul mercato SeDex di Borsa Italiana garantisce al cliente massima trasparenza e alta negoziabilità, senza contare che Bnp Paribas stessa garantisce un’adeguata liquidità per ogni strumento esponendosi in via continuativa sul mercato sia in denaro che in lettera. Non va inoltre dimenticato che la quotazione sul mercato secondario garantisce al cliente di chiudere la propria posizione in qualsiasi momento, senza attendere la scadenza naturale del prodotto.

Secondo Lei, quali sono i certificate più indicati in questa fase di mercato?
La delicatezza dell’attuale scenario rende particolarmente attrattivi quegli strumenti che offrono una protezione condizionata del capitale investito, pur garantendo premi potenziali interessanti. E’ il caso dei bonus certificate, che rispondono ad aspettative rialziste o moderatamente ribassiste del sottostante. Essi permettono di realizzare strategie d’investimento con un profilo di rischio minore, grazie alla presenza della Barriera. Questa infatti garantisce una minore esposizione a quei picchi di volatilità che hanno caratterizzato il primo semestre del 2012. A questo si deve aggiungere il fatto che, qualora non si verifichi il cosiddetto evento Barriera, questa categoria di prodotto consente all’investitore di incassare un premio, detto appunto Bonus. Non a caso è la tipologia di prodotto più scambiata sul mercato europeo.

State pianificando nuove proposte per i prossimi mesi?

Prossimamente andranno in quotazione in Borsa Italiana 5 nuovi Jet cap protection. La peculiarità di questi prodotti sta nella possibilità di offrire un’esposizione sui rialzi del sottostante che si spinge fino al 300% con un livello Cap prefissato. La presenza della leva consente di poter sfruttare appieno una ripresa dei corsi azionari. Un ulteriore vantaggio consiste, inoltre, nella possibilità di incassare comunque il capitale investito anche in seguito a forti ribassi del sottostante. Questo grazie alla presenza di una Barriera monitorata esclusivamente a scadenza.

Articolo tratto dalla newsletter Le Opportunità in Borsa: leggi tutte le news!
Per andare subito alla homepage del sito: www.prodottidiborsa.it.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ottobre a forza 8 per Bnl-Bnp Paribas Life Banker

Banca Mondiale, un’obbligazione per lo sviluppo sostenibile

BNP Paribas lancia un progetto educational sui certificate

Bnp Paribas, Promutico alla guida de L’Atelier di San Francisco

Bnp Paribas, utile in calo ma sopra le attese

Classifiche Bluerating: BNP Paribas AM in testa tra i fondi Azionari Russia

Bimbi in ufficio da Bnp Paribas Italia

Bnp Paribas lancia la prima serie di Double Cash Collect con durata triennale

Blueindex: bene Axa e Bnp Paribas, le parole di Trump frenano Wall Street

BNP Paribas lancia un fondo sui titoli etici

Assogestioni, Bnp Paribas balza in testa

Bnp Paribas lancia 16 certificati

Bnp Paribas quota una serie di Bonus Cap su titoli azionari

Peugeot corre dopo acquisto Opel-Vauxhall

Nuovi investimenti – Bnp Paribas lancia la prima serie di Fixed Cash Collect

Nuova serie di Cash Collect per Bnp Paribas

Bnp Paribas raddoppia la spesa per il digitale a 3 miliardi

Bnp Paribas raddoppia la spesa per il digitale a 3 miliardi di euro

Bnp Paribas, ecco la nuova serie dei certificate Athena

Bnp Paribas emette nuovi Top Bonus Certificate

Bnp Paribas apre alle startup

L’insurtech è rosa: Isabella Fumagalli di BNP Paribas Cardif, premiata come donna innovativa

Bnp Paribas lancia nuovi certificate Cash Collect

World Payments Report 2016: pagamenti digitali in crescita del 10%

Bnp Paribas lancia una nuova serie di certificate cash collect

Al via Open-F@b Call4Ideas 2016, il contest per le startup in ambito assicurativo

Bnp Paribas, dal prossimo anno ancora più digital con Hello Bank!

Bnp Paribas e Capgemini portano a una svolta il World Payments Report

Al via il BNP Paribas International Hackathon 2016

Listini europei in rialzo, nonostante un deludente indice Zew

Bnp Paribas: è ancora presto per vendere Bund

Bnp Paribas: l’oro può toccare i 1.400 dollari l’oncia entro 12 mesi

Bnp Paribas lancia due obbligazioni in valuta estera

Ti può anche interessare

Con Crédit Agricole Italia il conto corrente si apre con un selfie

Il riconoscimento tramite selfie permette a qualsiasi persona, anche coloro che non hanno mai posse ...

Euclidea lancia il servizio di check up del portafoglio

In base a parametri oggettivi e in maniera totalmente gratuita, gli esperti valutano la qualità e i ...

Mps, il 26 gennaio l’esame dell’Eurogruppo

I ministri delle finanze di Eurolandia valuteranno fra due settimane se il piano di salvataggio dell ...