Intesa Sanpaolo porta l’acceleratore di startup a Hong Kong

A
A
A
di Ettore Mieli9 giugno 2017 | 12:08

La piattaforma di accelerazione di Intesa Sanpaolo, StartUp Initiative, taglia il traguardo delle 100 edizioni e per l’occasione sbarca ad Hong Kong puntando sul processo di internazionalizzazione di cinque aziende made in Italy. Per la prima volta dal suo lancio, il programma che seleziona le nuove realtà imprenditoriali di successo si è tenuto presso la filiale Hub della divisione Corporate & Investment Banking del gruppo presente nella Regione amministrativa speciale della Cina. A questa edizione parteciperanno le cinque finaliste di Startit.Asia, il programma di accompagnamento di startup sul mercato asiatico, promosso da Intesa Sanpaolo insieme al Consolato Generale di Hong Kong, alla Camera di Commercio Italiana a Hong Kong e Macao, alla società di consulenza P&P Ltd, I3P (Incubatore Imprese Innovative del Politecnico di Torino) e HKSTP (Hong Kong Science and Technology Park).

In particolare, le finaliste hanno potuto usufruire per una settimana delle infrastrutture dell’HKSTP, incontrare investitori locali, visitare aziende del settore di appartenenza e ricevere consulenza per l’apertura di una sede sociale in Asia. Al termine della fullimmersion la Commissione del parco tecnologico di Hong Kong ha selezionato come vincitore ONO3D, che resterà per altri sei mesi nella città finanziaria, usufruendo di uno spazio gratuito per lo sviluppo del proprio progetto. A fine anno, inoltre, potrà essere inserita nel programma di incubazione dell’HKSTP oppure assumere lo status di affiliata.

“Da tempo”, ha commentato il Chief Innovation Officer di Intesa Sanpaolo, Maurizio Montagnese, “abbiamo deciso che uno dei principali fronti di sviluppo della strategia dell’Innovation Center è rafforzare il presidio sui mercati internazionali: lo abbiamo fatto nel corso degli ultimi anni a Londra con l’apertura di un nostro Hub e a Tel Aviv con numerosi eventi e partnership per noi strategiche. Oggi un terzo delle startup “Unicorno”, ovvero dal valore di oltre un miliardo di dollari, provengono dall’Asia, coerentemente con questo trend di sviluppo abbiamo deciso di promuovere le nostre attività ad Hong Kong, uno degli ecosistemi d’innovazione più consistenti e progrediti al mondo. Essere qui risponde alla necessità della banca di creare opportunità di matchmaking tra domanda e offerta d’innovazione per favorire le strategie di Open Innovation di aziende corporate e PMI”.

“Le startup che, a vario titolo, hanno partecipato al programma StartUp Initiative sono state oltre 1.100. Nel corso delle prime 100 edizioni sono state accompagnate circa 750 start-up finaliste all’incontro con oltre 9.200 tra investitori, imprese e altri attori dell’ecosistema dell’innovazione. Su un panorama di circa 500 realtà made in Italy a inizio 2017 abbiamo potuto misurare in modo più preciso l’impatto sull’economia reale: un fatturato annuo complessivo di oltre 122 milioni di euro e oltre 1.700 persone impiegate. Infine, tra le aziende prese in considerazione si contano oltre 130 casi di successo: raccolta di investimenti e sostegno per un valore complessivo di oltre 118 milioni di euro e in 12 casi il percorso di investimento si è completato con una fusione/acquisizione”.

Nel corso dell’evento The Floor, hub fintech di Tel Aviv e partner privilegiato dell’Innovation Center di Intesa Sanpaolo, ha annunciato la prossima apertura di un ufficio di rappresentanza ad Hong Kong.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn4Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Messina (Intesa Sanpaolo): npl, servono correttivi a regole Bce

Banca Imi: ecco a voi una nuova obbligazione in euro

Seduta positiva per le maggiori banche italiane ed europee

Risparmio gestito, Eurizon stacca tutti

Unicredit e Mediobanca sotto i riflettori a Piazza Affari

Intesa Sanpaolo: continua l’idilio del mercato con la banca guidata da Carlo Messina

La crescita del Pil dovrebbe far bene alle banche italiane

Intesa, colpo grosso per Fideuram

Ischia, Intesa e UniCredit in campo per le vittime del terremoto

Fideuram Ispb sopra la vetta dei 200 miliardi

Morgan Stanley: serviranno 10 anni per superare crisi Npl

Credit Suisse: i mercati già incorporano il rialzo dei tassi, ma siamo solo all’inizio

Inizio di giornata svogliato a Piazza Affari

Prelios rimbalza, Mediobanca ha concluso le sue attività

Risparmio gestito, a maggio ruggisce il Leone

Credit Suisse approfondisce analisi su Intesa Sanpaolo

Blueindex: seduta a passo di carica per le banche italiane

Borse europee, una mattinata ricca di spunti operativi

Banche a passo di corsa in borsa, per Credit Suisse è un “happy ending”

Le popolari venete passano a Intesa Sanpaolo

Banche venete, il salvagente di Intesa Sanpaolo

Piazza Affari: oggi occhio a Intesa Sanpaolo e Banca Carige

Popolari venete, è il giorno decisivo

Intesa Sanpaolo è la prima banca italiana a emettere green bond

Mps, cartolarizzazione Npl pare in stallo

Piazza Affari: occhio alle banche

Aumento Banco Santander, la lista dei potenziali collocatori si allunga

Intesa Sanpaolo valuta evolversi crisi ex popolari venete

Unicredit e Intesa Sanpaolo prudenti dopo nuove voci su salvataggio banche venete

Generali, azzerata (o quasi) la quota in Intesa Sanpaolo

Piazza Affari in rosso, pesano le troppe incertezze sul comparto bancario

Risparmio gestito: oro Intesa Sanpaolo, argento Generali

Intesa Sanpaolo, trimestrale sopra le attese

Ti può anche interessare

Consultinvest si tinge di rosso

In perdita la rete di Vitolo. Per criteri di prudenza nel bilancio e calo delle fees. Ma il primo se ...

Banco Bpm, oltre un milione per i terremotati del Centro Italia

Le risorse sono state messe a disposizione di progetti finalizzati alla ricostruzione del tessuto ur ...

Consulenti finanziari, training class: cosa sapete dei servizi di liquidazione?

La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito dei requisiti delle cambiali, era quell ...