CrAsti: i soci danno via libera all’aumento di capitale

A
A
A

Nel dettaglio, l’aumento gratuito verrà realizzato tramite l’emissione di una nuova azione ogni nove azioni possedute

di Redazione28 dicembre 2012 | 07:56

OK ALL’AUMENTO – L’Assemblea straordinaria degli azionisti di Cassa di Risparmio di Asti ha approvato la proposta di aumento del capitale sociale a titolo gratuito da massimi 21 milioni di euro e a pagamento da 50 milioni, incluso il sovrapprezzo.

I DETTAGLI – Nel dettaglio, l’aumento gratuito verrà realizzato tramite l’emissione di una nuova azione ogni nove azioni possedute, mentre nell’aumento a pagamento il prezzo di sottoscrizione delle azioni di nuova emissione (compreso tra 12 e 14,50 euro per azione incluso il sovrapprezzo), il numero delle azioni, il rapporto di opzione e l’esatto importo della ricapitalizzazione saranno determinato da un cda successivo.

LE NUOVE AZIONI – Le azioni emesse in esecuzione dell’aumento di capitale avranno le stesse caratteristiche e attribuiranno i medesimi diritti delle azioni della Cassa di Risparmio di Asti in circolazione alla data della loro emissione, fatta eccezione per il diritto di godimento che avrà decorrenza dal giorno successivo alla data di stacco del dividendo relativo all’esercizio 2012; le azioni di nuova emissione, pertanto, non avranno diritto a percepire i dividendi relativi all’esercizio chiuso al 31 dicembre 2012.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Big del risparmio alla Giornata dell’investitore istituzionale

Ci sarà anche Tommaso Corcos di Assogestioni alla Giornata dell'investitore istituzionale promossa ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il divieto d’iscrizione all’albo

La risposta esatta alla domanda pubblicata il 16 maggio, a proposito dei certificate, era quella con ...

Attenti alle false promesse delle “agenzie debiti”

Spuntano come funghi operatori che promettono mari e monti a chi non riesce a pagare mutui e finanzi ...