Risparmio, da gennaio il conto titoli diventa più costoso

A
A
A

Il balzello passa dallo 0,10% allo 0,15% l’anno. Viene meno il tetto dei 1.200 euro, che nel 2012 limitava l’importo massimo dell’imposta di bollo.

di Redazione31 dicembre 2012 | 09:56

AUMENTA L’IMPOSTA DI BOLLO – Dal primo gennaio aumenta l’imposta di bollo sui conti deposito, sui buoni postali cartacei e sui buoni postali dematerializzati. Lo ricorda oggi Il Sole 24 Ore, segnalando che il balzello passa dallo 0,10% allo 0,15% l’anno. Viene meno il tetto dei 1.200 euro, che nel 2012 limitava l’importo massimo dell’imposta di bollo.

IL MINIMO RESTA INVARIATO – In questo quadro, rimane fisso il valore minimo da pagare, pari a 34,20 euro. Esenti, conclude Il Sole 24 Ore, i buoni postali fruttiferi con un rimborso inferiore a 5mila euro, i fondi pensione e i sanitari.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Azimut, continua lo shopping in Australia

Il gruppo guidato dal ceo Albarelli attraverso la controllato AZ NGA, ha acquisito Henderson Maxwell ...

La corsa di Fideuram ISPB, B. Mediolanum insegue

Tutte e 12 le star del ranking Assoreti registrano a luglio una raccolta netta positiva. Le prime 5 ...

Azimut e Alfalah Investments lanciano un fondo sull’azionario pakistano

Il nuovo prodotto si chiama AZ – Alfalah Pakistan Equity Fund. Il memorandum di intesa firmato dal ...