Banche Venete, a risarcire gli azionisti ci pensa l’arbitro (della Consob)

A
A
A

Prime sentenze dell’Acf, l’organismo dell’authority guidata da Giuseppe Vegas che ha il compoto di dirimere le controversie sui prodotti finanziari.

Andrea Telara di Andrea Telara12 giugno 2017 | 11:51

Risarcimenti tra il 60 e il 100% del capitale investito. Sono quelli che l’Acf, l’arbitro per le contriversie finanziarie, ha stabilito a favore di alcuni azionisti della Banca Popolare di Vicenza. A raccontarlo è Giuseppe D’Orta, responsabile nazionale per la tutela del risparmio dell’associazione dei consumatori Aduc (si veda qui l’articolo). In particolare, sono 4 i casi presi in esame dall’Acf, di cui tre vengono raccontati da D’Orta (il quarto verrà illustrato in un successivo articolo. Eccoli di seguito.

– Un cliente con 106 azioni messe in vendita ad aprile 2014 ha visto il risarcimento del 100% pari a 6.625,00 euro. Una curiosità: nel calcolare il danno non hanno scalato il valore di 0,10 per azione come invece fatto per gli altri due pronunciamenti.

– Un cliente con 520 azioni messe in vendita ad aprile 2014 ha visto il risarcimento del 75% pari a 24.323,00 euro.

– Un cliente con 1.182 azioni messe in vendita a luglio 2014 a visto il risarcimento del 60%, pari a 44.206,80 euro.

La Popolare di Vicenza ha trenta giorni per pagare. “Vedremo se lo farà”, scrive D’Orta nel suo intervento sul sito dell’Aduc, “perché potrebbe anche non ottemperare al pagamento e ricorrere alla Giustizia ordinaria”.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Popolari Venete e risparmio tradito, ancora possibile il ricorso all’Arbitro Consob

Canone tv e cf, Aduc: “La richiesta della Rai non ha valore legale”

Banche Venete, rischio di un’altra beffa per gli azionisti

Ti può anche interessare

Npl, Atlante libera 1,6 miliardi

Il primo impiego concreto di queste risorse dovrebbe essere il rilevamento di parte dei crediti dete ...

CheBanca! vuole chiudere entro giugno l’integrazione con Barclays

La banca multicanale del gruppo Mediobanca punta a chiudere prima del previsto la complessa integraz ...

La Brexit spinge i financial advisor alla condivisione

Che Londra, l’hub finanziario più importante d’Europa, sia tra le città dove affittare un uffi ...