Sindacato e banche a confronto sulla rivoluzione del settore

A
A
A

Termina a Roma il consiglio nazionale della Federazione autonoma bancari italiani, il sindacato bancario più rappresentativo in Italia.

Maria Paulucci di Maria Paulucci14 giugno 2017 | 08:32

Si è concluso a Roma il consiglio nazionale della Federazione autonoma bancari italiani (Fabi), il sindacato bancario più rappresentativo in Italia. L’incontro, dal titolo “L’anno che verrà. L’industria bancaria al bivio del cambiamento”, ha registrato la partecipazione, fra gli altri, di Salvatore Poloni, condirettore generale del Banco Bpm, Mauro Paoloni, vice presidente vicario del Banco Bpm, Guido Bastianini, amministratore delegato di Carige, Giorgio Papa, amministratore delegato della Banca Popolare di Bari, Flavio Valeri, chief country officer di Deutsche Bank in Italia, e Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi.

“Chiediamo all’Abi un accordo programmatico per cercare soluzioni a favore di quelle banche in difficoltà dove è previsto l’intervento dello Stato, ossia le popolari venete e Mps“, ha dichiarato Sileoni. La Fabi ha proposto una “cabina di regia Abi-sindacati che consenta di gestire queste situazioni di difficoltà, stabilendo un quadro di regole condivise a tutela dei lavoratori”. Sul tavolo, quindi, anche i due delicati dossier Veneto Banca e Popolare di Vicenza, di cui in questi giorni si riuniscono i cda.

“Non accetteremo che diktat delle autorità Ue siano utilizzati dai nostri banchieri come un alibi per licenziare. E, sia chiaro, agli eventuali licenziamenti risponderemo con la massima fermezza”, ha detto Sileoni. D’altro canto, ha fatto eco Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, intervenuto attraverso un videomessaggio, il processo di trasformazione e innovazione del sistema bancario non deve tradursi “in indiscriminati tagli del personale bancario ma deve puntare alla riqualificazione delle competenze. Il fattore umano deve essere una fattore strategico in questi cambiamenti. E mi auguro che questo avvenga anche per le nostre banche”.

Altro tema caldissimo, il contratto nazionale, che scade il 31 dicembre 2018. Dai banchieri disponibilità a dialogare su questo così come sullo spinoso tema delle crisi bancarie.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn1Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banche e assicurazioni, come cambia il mercato

Bancari, stipendi sempre più magri

Torna l’assemblea annuale dell’Abi, banchieri a raccolta a Roma

Funding & Capital Markets Forum, big del credito a raccolta a Milano

Funding & Capital Markets Forum, super evento Abi a Milano

Bancari e consulenti finanziari, cresce l’ipotesi di un contratto unico

Abi, sofferenze in calo per le banche italiane

Banche, il governo apre alla lista Patuelli

Meno sofferenze per le banche italiane

ItAgile presenta DocuSign Payments: il nuovo modo di firmare e pagare in digitale

Banche, chiuse mille filiali dall’inizio dell’anno

Prospetti informativi, l’Abi sollecita la Consob: “Pubblicate la raccomandazione”

Patuelli (Abi): “Gli stress test sono astrusi”

Sistemi di pagamento, banche e Fintech: il mercato italiano

Patuelli (Abi): “Il bail-in è incostituzionale”

Sileoni (Fabi): “Pronti allo sciopero contro i licenziamenti nelle banche”

A Invest Banca il premio Abi per l’innovazione nei servizi bancari

Abi, sofferenze a 201 miliardi

Abi: primi otto mesi dell’anno positivi per prestiti e mutui

Abi, credito alle imprese in salita del 16%

Promotori, parte la battaglia-contratto

Abi, Profumo conferma: ripreso il dialogo con i sindacati sul contratto

Promotori, è ufficiale: Federpromm si affilia alla Uilca

PHOTOGALLERY – Abi Palazzi aperti, ecco le sedi storiche da visitare

Contratto bancari, sindacati inferociti: i top manager ingrassano

Mobile banking, sempre più italiani usano le app delle banche

PHOTOGALLERY: Abi conferma Patuelli alla presidenza, Nicastro e Valeri tra i vice

Banche, la furia del sindacato: l’Abi incassa goal su goal come il Brasile

Banche, Visco: la vigilanza sta seguendo “casi gravi ma non gravissimi”

Patuelli (Abi): norme avverse sulle banche non aiutano l’economia

Bce, Patuelli (Abi): misure innovative ed efficaci per la ripresa

Banche, i sindacati si scaldano in vista della trattativa per il contratto

L’Album della Finanza 2014: Antonio Patuelli

Ti può anche interessare

Eurovita Assicurazioni, accordo con ChiantiBanca

L'intesa prevede che i prodotti MultiRamo e Piani di Accumulo del Capitale (PAC assicurativi) sarann ...

San Marino, mire arabe sulle banche

Secondo il quotidiano Mf, il fondo sovrano degli Emirati Arabi Uniti vorrebbe acquistare il Credito ...

Arbitro bancario, ecco le reti nel mirino

Solo una piccola percentuale di ricorsi esaminati nel 2016 dall'Arbitro bancario finanziario ha rigu ...