Sospeso e radiato nel giro di un anno: la Consob espelle un altro promotore

A
A
A

Nel giugno del 2012, il provvedimento cautelare. E ora, per Medardo Domenico Cataldo è scattata la radiazione. A segnalarlo alla Consob è stata Allianz Bank, che…

di Redazione31 maggio 2013 | 09:35

E ADESSO ARRIVA LA RADIAZIONE – Era stato sospeso in via cautelare nel giugno del 2012 per un periodo di sessanta giorni (vai qui per la notizia). Adesso, per Medardo Domenico Cataldo è scattata la radiazione dall’Albo unico dei promotori finanziari. Lo riferisce la delibera della Consob numero 18516. Le segnalazioni sul comportamento poco ligio alle regole del professionista ora radiato sono arrivate da Allianz Bank Financial Advisors, dalla cui documentazione è emersa una gestione dei prodotti e degli assegni dei clienti forse troppo disinvolta da parte di Cataldo.

LE CONTESTAZIONI DELLA CONSOB – Nella nota del 29 giugno 2012, notificata al promotore finanziario il primo luglio dello stesso anno, la divisione intermediari, ufficio vigilanza promotori e consulenti finanziari, ha contestato a Cataldo di aver “acquisito, anche mediante distrazione, la disponibilità di somme di pertinenza dei clienti, omesso di trasmettere operazioni d’investimento richieste dai clienti e comunicato e trasmesso ai clienti informazioni e documenti non rispondenti al vero” e di avere anche “accettato dai clienti mezzi di pagamento con caratteristiche difformi da quelle prescritte”.

IL PROMOTORE NON SI DIFENDE – Nel corso della prima fase del procedimento, il promotore finanziario non si è avvalso della facoltà di presentare deduzioni difensive. In seguito, con la nota del 16 gennaio 2013, la divisione intermediari, ufficio vigilanza promotori e consulenti finanziari, ha trasmesso all’ufficio sanzioni amministrative la relazione istruttoria e il fascicolo istruttorio relativi al procedimento. Nella relazione, la divisione intermediari ha ritenuto accertate le violazioni contestate al promotore finanziario.

CARTELLINO ROSSO – A febbraio, poi, l’ufficio sanzioni amministrative ha fatto sapere a Cataldo che, se voleva, poteva presentare “memorie scritte e documenti nel termine di trenta giorni dalla ricezione della predetta comunicazione e allegando alla stessa copia della relazione istruttoria”. Ma anche in questa fase del procedimento “Cataldo non si è avvalso della facoltà di presentare deduzioni difensive”. Alla fine, ritenute pienamente accertate le violazioni contestate, Medardo Domenico Cataldo è stato radiato dall’Albo unico dei promotori finanziari. Un provvedimento contro il quale potrà fare ricorso alla Corte d’Appello competente per territorio entro 30 giorni dalla data di notifica.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Consulenza e banche, tra digitale e nostalgia

La crescita inarrestabile dei correntisti on-line, ma le filiali rimangono un must ...

Uffici in coworking per le reti di consulenza

Secondo una recente ricerca commissionata da Regus, per il 53% dei professionisti italiani tagliare ...

UniCredit corteggia Commerzbank

Secondo l’agenzia Reuters, l’istituto italiano sarebbe intenzionato a fondersi con la banca tede ...