Euromobiliare lancia un nuovo servizio per gestire le case dei clienti private

A
A
A

In base all’accordo, nato tra la banca e Europrogetti & Finanza, verranno offerti consulenza e servizi di gestione del portafoglio mobiliare….

di Redazione31 luglio 2013 | 06:55

SERVIZI INTEGRATI IN AMBITO MOBILIARE E IMMOBILIARE – Al via una nuova collaborazione tra Banca Euromobiliare ed Europrogetti & Finanza per offrire ai clienti private servizi integrati in ambito mobiliare e immobiliare. In base all’accordo – volto a creare sinergie tra le competenze dei due gruppi – la private bank del gruppo Credem offrirà consulenza e servizi di gestione del portafoglio mobiliare, mentre la società di consulenza specializzata in immobili e infrastrutture urbane seguirà la tutela e la valorizzazione dei patrimoni immobiliari, sia in Italia sia all’estero.
 
IL COMMENTO DI ROBERTO MAUGERI – “Sin dalla fondazione, nel 1973, la nostra banca si è posta come punto di riferimento della finanza italiana per le attività di private banking, focalizzandosi nella gestione degli investimenti e del risparmi”, ha detto Roberto Maugeri,  direttore marketing e business development di Banca Euromobiliare. Ora, “grazie alle competenze offerte da Europrogetti & Finanza, la banca sarà in grado di assistere la propria clientela anche nell’ambito immobiliare, tradizionalmente molto importante nel nostro paese e sempre più complesso.”

Ecco di seguito alcuni possibili ambiti di applicazione dell’accordo:

RIQUALIFICARE UN CASTELLO O UNA DIMORA STORICA – Ipotizziamo che diversi soggetti appartenenti alla stessa famiglia esprimano il desiderio di valorizzare gli asset immobiliari di proprietà partendo dalla riqualificazione di un castello o di una dimora storica. La finalità dell’intervento è la ricerca di potenziali investitori. In questo caso un team di specialisti elabora un programma di interventi tecnici finalizzato al riposizionamento dell’immobile e un piano di marketing per raggiungere e incuriosire grandi investitori e imprenditori appassionati dell’Italia.

INVESTIRE NEL SETTORE IMMOBILIARE O ALL’ESTERO – Qualora ci fosse la specifica esigenza di effettuare un investimento immobiliare all’estero, il primo passo è identificare paesi con il miglior equilibrio tra qualità della vita e servizi. A seguito dei primi incontri dedicati allo studio della richiesta, può sorgere l’esigenza di allargare il tavolo dei consulenti del real estate a specialisti in altri settori come il diritto di famiglia, con l’obiettivo di identificare le migliori soluzioni per rispondere alle aspettative del cliente, analizzando nel dettaglio tutti gli aspetti e i risvolti legali e non. Segue la predisposizione di un progetto esplicativo del perimetro territoriale nel quale circoscrivere la ricerca.

VALORIZZARE UNA DIMORA DI FAMIGLIA INDIRIZZANDOLA VERSO IL CO-HOUSING  – Partendo dall’esigenza di riqualificare una dimora storica di famiglia è necessario valutare tutti gli elementi e verificare la presenza dei requisiti per proporre un intervento finalizzato al riposizionamento dell’immobile verso una proposta di cohousing, combinando l’autonomia dell’abitazione privata con i vantaggi di servizi, risorse e spazi condivisi con benefici dal punto di vista sia sociale sia ambientale.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Liso (Deutsche Am): “Restituiamo il tempo ai nostri clienti”

Isabella Liso, strategic beta Southern Europe di Deutsche Am, illustra Strategy Portfolios, un nuovo ...

Colpo FinecoBank, ingaggia private banker a Firenze

Un Top Entry, ex Banca Toscana e Mps, entra nella squadra dell’a.m. Valerio Marchetti. ...

Banca del Fucino lancia il servizio di consulenza fee-only

Il servizio di consulenza indipendente è denominato WIN, Wealth Independent Advisory, ed è attivab ...