Banche, primo semestre in utile per il Credito Emiliano

A
A
A

Nella seconda parte dell’anno si dovrebbero confermare sia la contrazione del margine da interesse sia la forte incidenza del costo del rischio creditizio.

di Redazione30 agosto 2013 | 08:56

UTILE A 71 MILIONI DI EURO – Il Credito Emiliano ha archiviato il primo semestre con un utile netto in crescita del 7,1% anno su anno, a 71 milioni di euro, e prevede che il calo del margine di interesse prosegua anche nel secondo semestre. Nei primi sei mesi dell’anno, spiega l’istituto in una nota, il margine di interesse è sceso a 229,3 milioni dai 233,9 milioni dello stesso periodo del 2012 (-2%), le commissioni nette sono cresciute del 4,4% a 186,5 milioni e il margine di intermediazione ha registrato un rialzo del 7,9% a 502,8 milioni.

LA SECONDA PARTE DELL’ANNO
– Gli accantonamenti per rischi e oneri sono stati di 2,9 milioni rispetto ai 15 di un anno prima. Le rettifiche nette di valore su crediti si sono invece attestate a 47,9 milioni rispetto ai 36,4 milioni di fine giugno 2012. Le sofferenze nette su impieghi sono all’1,5% dall’1,2% nello stesso periodo del 2012. Il Core Tier 1 è pari al 9,6%. L’istituto non prevede che l’andamento della seconda parte dell’anno si discosti significativamente rispetto al primo semestre. “In particolare, si dovrebbero confermare sia la contrazione del margine da interesse sia la forte incidenza del costo del rischio creditizio”, comunica la società nella sua nota.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Carim e CariCesena, rush finale verso il salvataggio

In preparazione l’aumento di capitale sostenuto da Fitd prima della cessione a Cariparma ...

Bancari, stipendi sempre più magri

Secondo una ricerca della Fisac Cgil, negli ultimi 12 anni la retribuzione lorda si è ridotta di qu ...

Polizze in banca, chi vigilerà su unit e index linked

Con l’arrivo della direttiva Idd, la competenza spetterà alla Consob per i prodotti venduti negli ...