Mifid 2, slitta al 5 luglio il voto in commissione alla Camera

A
A
A

È slittata al 5 luglio la votazione del parere sull’atto di governo 413 da parte della commissione Finanze della Camera dei Deputati.

Maria Paulucci di Maria Paulucci4 luglio 2017 | 15:47

Era attesa per oggi ma è slittata a mercoledì 5 luglio – dunque a domani – la votazione del parere sull’atto di governo 413 da parte della commissione Finanze della Camera dei Deputati (qui la notizia precedente). Atto di governo che, lo ricordiamo, contiene lo “schema di decreto legislativo recante attuazione della direttiva 2014/65/UE relativa ai mercati degli Mifid 2strumenti finanziari e che modifica la direttiva 2002/92/CE e la direttiva 2011/61/UE, come modificata dalla direttiva (UE) 2016/1034, e adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) n. 600/2014 sui mercati degli strumenti finanziari e che modifica il regolamento (UE) n. 648/2012, come modificato dal regolamento (UE) 2016/1033″.

Secondo quanto risulta a Bluerating.com, la proposta di parere formulata la settimana scorsa dal relatore Sebastiano Barbanti, deputato del Partito Democratico, e trasmessa informalmente via email a tutti i componenti della commissione nel pomeriggio di mercoledì 28 giugno (qui la notizia precedente) ha registrato un’ampia convergenza da parte di quasi tutte le forze politiche. Tuttavia, i commissari hanno ritenuto di riformulare un punto e di aggiungerne un altro, tramutando una di quelle che tecnicamente si chiamano “osservazioni” in una “condizione”. Il resoconto della seduta consentirà entro breve di mettere meglio a fuoco quali sono state esattamente le modifiche proposte e recepite nel testo abbozzato dall’onorevole Barbanti.

Da queste modifiche, la conseguente richiesta da parte di alcuni deputati della VI commissione Finanze di Montecitorio di ulteriori 24 ore per esaminare adeguatamente tutti i punti del nuovo testo di parere sull’atto di governo 413. Mercoledì 5 luglio – con tutta probabilità nel pomeriggio, prima del prosieguo dell’esame avente per oggetto il decreto legge 99/2017, che contiene disposizioni urgenti per la liquidazione coatta amministrativa di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca – si procederà alla votazione. Nello stesso pomeriggio di mercoledì 5 luglio è attesa la votazione del parere presso la VI commissione Finanze e Tesoro del Senato.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn3Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Banca Leonardo colloca il bond Citi – iStoxx Europe Economic Growth Select 50

L’obbligazione sarà disponibile presso la rete di Banca Leonardo fino al prossimo 16 giugno 2017. ...

Commerzbank, bilancio in rosso ma meno del previsto

Il gruppo tedesco chiude il terzo trimestre con una perdita di 288 milioni, inferiore alle prevision ...

CariChieti, raggiunto accordo su 69 uscite

L'uscita è riservata a coloro che matureranno il diritto entro il 31 dicembre 2019, ...