Mifid 2, sen. Marino: con 30-bis attività ispettiva Ocf troppo gravosa

A
A
A

“Le questioni sollevate toccano profili generali e suggeriscono al governo modifiche di merito”: così il senatore sul voto del 5 luglio.

Maria Paulucci di Maria Paulucci6 luglio 2017 | 13:28

Mauro Maria Marino“La proposta di abrogazione del 30-bis è necessaria, altrimenti l’attività ispettiva dell’Ocf sarebbe troppo gravosa”. Così giovedì 6 luglio, nel corso della presentazione della relazione annuale dell’Organismo di vigilanza e tenuta dell’Albo unico dei consulenti finanziari a Roma, si è espresso il senatore Mauro Maria Marino (nella foto), presidente della VI commissione Finanze e Tesoro del Senato, commissione che ieri ha approvato il parere sulla bozza di decreto legislativo che recepirà Mifid 2 e Mifir in Italia (qui la notizia).

Già nella serata di ieri, mercoledì 5 luglio, poco dopo la votazione, in una nota il senatore aveva fatto sapere che “la commissione Finanze e Tesoro del Senato ha approvato il parere proposto sulla Mifid 2, senza voti contrari e con l’astensione dei Cinque Stelle: a dimostrazione che le questioni sollevate toccano profili generali e suggeriscono al governo modifiche di merito“. E aveva aggiunto: “Secondo il principio di proporzionalità la commissione fa proprie le istanze delle BCC e definisce con precisione i compiti dell’Ocf nelle materie della consulenza finanziaria, nell’ottica di una maggiore tutela del risparmio“.

Di seguito, la versione finale del parere approvata ieri in commissione.
[pdf-embedder url=”http://www.bluerating.com/wp-content/uploads/sites/2/2017/07/Parere-approvato.pdf” title=”Parere approvato”]

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bcc a una svolta, dite la vostra sulla nuova vigilanza

Mifid 2, governo a un bivio su Bcc e casse rurali

Emil Banca, è nata la seconda bcc italiana

Ti può anche interessare

Anche Widiba punta sui Pir

I piani individuali di risparmio entrano a fare parte dell’offerta della banca controllata dal Mon ...

Societe Generale, Guadagnino a capo del debt capital markets in Italia

Il manager supervisionerà tutte le attività di debt capital markets in Italia sulle diverse asset ...

Banca Mediolanum, volano i profitti e le masse

Il gruppo guidato da Massimo Doris ha chiuso il semestre con asset in crescita del 5% e profitti net ...