Banche, Montani pronto a lasciare Bpm per prendere il timone di Carige

A
A
A

Secondo indiscrezioni circolate a poche ore dal cda dell’istituto genovese, il candidato più accreditato come successore di Montani è l’ex d.g. di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Castagna

di Redazione29 ottobre 2013 | 08:39

MONTANI VIA DA BPM – Cambiamenti in arrivo ai vertici di Bpm e Carige, con Piero Montani (nella foto) sul punto di lasciare l’incarico di consigliere delegato dell’istituto milanese per assumere il timone della banca genovese. E’ quanto sostengono alcune indiscrezioni circolate a poche ore dal cda di Carige, secondo cui il candidato più accreditato come successore di Montani sarebbe al momento l’ex d.g. di Intesa Sanpaolo, Giuseppe Castagna. L’uscita del manager potrebbe tra l’altro innescare un più ampio riassetto ai vertici di Piazza Meda.

RINNOVO ANTICIPATO DEL CDG -  Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Radiocor, Bpm punterebbe infatti a rinnovare l’intero consiglio di gestione in anticipo rispetto alla naturale scadenza, uno scenario che avrebbe il vantaggio di garantire continuità e rassicurare i mercati in vista dell’aumento di capitale da 500 milioni di euro. Soprattutto dato che, proprio sul tema della governance, si prevede per dicembre un’assemblea straordinaria di fuoco e dall’esito tutt’altro che scontato. In Bpm si riunirà a breve il Comitato nomine che avvierà il percorso per la successione a Montani.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Mifid 2, Allfunds Bank in campo al fianco dei clienti

La società è pronta ad offrire ai clienti uno strumento sofisticato per l’analisi approfondita d ...

CheBanca!, accordo con Orwell per i servizi digitali

Al via un progetto pilota per lo sviluppo di prodotti e servizi multi-paese nel canale retail e PMI ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le Sgr

La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito dei sistemi multilaterali di negoziazio ...