Trasloco c/c e deposito titoli in 12 giorni: arrivano le sanzioni

A
A
A

E’ entrata finalmente in vigore una parte della legge di conversione del decreto legge del 2015 che prevede misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti con riferimento alla portabilità dei conti correnti. Ecco cosa rischiano gli istituti inadempienti.

Marco Muffato di Marco Muffato10 luglio 2017 | 08:00

Domanda. E’ vero che usufruire della portabilità del conto non vuol dire richiederne anche l’estinzione?

F.C., Livorno

Risposta. È vero, occorre infatti una richiesta apposita anche quando si richiede il trasferimento del conto corrente. Si tratta di un aspetto che deve essere ben tenuto in considerazione specie ora che, con circa due anni di ritardo, è entrata in vigore una parte della legge 24 marzo 2015, numero 33 di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 24 gennaio 2015, numero 3, recante misure urgenti per il sistema bancario e gli investimenti. Per intenderci, è la legge che obbliga le grandi banche popolari a trasformarsi in società per azioni, alcuni aspetti della quale sono ora al vaglio di Corte Costituzionale e Consiglio di Stato.  È previsto che la portabilità dei conti correnti e dei depositi titoli debba avvenire entro dodici giorni ed in maniera gratuita. Sportello AdvisorySono applicabili multe da 5.160 euro a 64.555 euro per chi svolge funzioni di amministrazione o di direzione, nonché dei dipendenti, degli intermediari che risultino essere stati inadempienti.  Un decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze, sentita la Banca d’Italia, doveva stabilire entro quattro mesi l’entità degli indennizzi, e le banche avevano tre mesi per adeguarsi. Si è giunti invece al 25 giugno scorso. È quindi finalmente in vigore non solo l’obbligo per la banca di espletare entro dodici giorni tutte le pratiche correlate ma anche mettere a disposizione dei clienti in maniera agevole l’apposita modulistica. Se si sfora il termine sono previste sanzioni pari all’importo di 40 euro maggiorato ogni giorno da un tasso annuo pari a quello più elevato del limite stabilito ai sensi della disciplina dell’usura, oggi al 25,12%, il che corrisponde a 2,1 euro al giorno per tremila euro di giacenza. Analoga sanzione è prevista se la banca non rispetta gli obblighi previsti dal Testo unico bancario per il trasferimento semplice del conto, quindi non informandone il cliente oppure ostacolandone l’utilizzo. Il cliente potrà avere un ulteriore risarcimento anche in caso di doppi costi o altri oneri sostenuti a causa del ritardo, è il caso di bollette non pagate o saldate in ritardo. Un punto stonato è che l’indennizzo deve essere richiesto al prestatore inadempiente, disposizione che rischia di far girare a vuoto l’interessato tra banca di partenza e di arrivo, nei casi in cui le due dovessero negare responsabilità e incolpare l’altra. Sotto questo aspetto, sarebbe utile un intervento che preveda la richiesta alla banca di partenza, che poi potrebbe rivalersi su quella di arrivo nel caso in cui fosse questa la responsabile. Come avviene per la surroga dei mutui, insomma.

 

 


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Arriva l’arbitro Ivass per i contratti assicurativi

Servizi di pagamento, la banca responsabile in caso di frodi informatiche

Bond cointestati, giusto ricorrere

Aggravamento del rischio di titoli negoziati: l’intermediario deve informare il cliente

Bond, il credito d’imposta c’è anche nel mancato rimborso

Opzioni binarie, proibita la vendita al retail ma il problema degli abusivi rimane

La banca deve informare se il rischio cresce

Obbligo di rendicontazione trimestrale del dossier titoli? Attenti all’equivoco

Mifid 2, il cliente non è obbligato a rispondere al questionario

Addebito capital gain dovuto, nessun indennizzo per il cliente

Portugal Telecom, le banche dovevano informare

Come sono tassate le prestazioni dei fondi pensione per un residente all’estero?

Ammissioni al passivo ex popolari venete, istruzioni per l’uso

Ritardi nel rilascio della certificazione delle minusvalenze, la banca è responsabile

Il punto sulle fideiussioni omnibus

Quelle comunicazioni invisibili nell’home banking

Ingiusto pagare i costi di verifica di assegni circolari

Se il datore di lavoro non versa i contributi: il disastro FondInps

La tassazione di Bitcoin e dintorni

Quel bond strutturato acquistato in execution only

Opzioni binarie, Esma in campo contro i broker

Vicenda Portugal Telecom – Oi Brazil, svolta in arrivo per gli obbligazionisti

Mutuo, Centrale Rischi e segnalazioni

Ritrova buoni fruttiferi, ma in Posta negano l’incasso

Attenti agli assegni senza clausola di non trasferibilità

Vecchio numero cellulare? Meglio cancellarlo dall’home banking

Estinguere dossier con titoli in default? E’ possibile

Speranze di ristoro sui fondi immobiliari chiusi

Clonazione assegni, è sufficiente una foto per finire nei guai

Vittima del phishing? Diritto al risarcimento solo in un caso

Credito al consumo, paga le rate ma non riceve servizi. Che fare?

Vecchi buoni postali, allo studio un archivio digitale

Rimborso a chi estingue in anticipo anche per le polizze sui mutui

Ti può anche interessare

Assoreti, raccolta in frenata a novembre. Bene il gestito

La flessione congiunturale dei volumi di raccolta è attribuibile ai disinvestimenti realizzati sui ...

Banca Generali, piattaforma su misura con Bnp Paribas

Banca Generali lancia una nuova iniziativa con Bnp Paribas. ...

Azimut, i 3 ex supergestori all’attacco

La Sam Capital di Artoni, Mach e Spinola si trasforma e diventa una sim che si occuperà di gestione ...