Banca Marche, le ultime dal bollettino di Bankitalia

A
A
A

Nella riunione del 31 ottobre, ricorda la vigilanza, il professor Giovanni Ossola è stato nominato presidente del comitato di sorveglianza.

di Redazione31 dicembre 2013 | 12:38

I COMMISSARI DI BANCA MARCHE – Il bollettino di ottobre della Banca d’Italia, diffuso nelle ultime ore, segnala che, con provvedimento del 22 ottobre, Giuseppe Feliziani, ragioniere nato a Roma il 20 novembre 1956, e Federico Terrinoni, nato a Fiuggi (in provincia di Frosinone) il 28 maggio 1947, sono stati nominati commissari straordinari di Banca Marche, mentre il professor Giuseppe Guizzi, nato a Napoli il 14 ottobre 1967, il professor Giovanni Ossola, nato a Torino il 24 aprile 1955, e il professor Massimo Spisni, nato a Bologna il 26 marzo 1960, sono stati nominati componenti il comitato di sorveglianza.

AMMINISTRAZIONE STRAORDINARIA – Nella riunione del 31 ottobre, il professor Giovanni Ossola è stato nominato presidente del comitato di sorveglianza. Il tutto dopo che il ministro dell’Economia e delle Finanze, su proposta della Banca d’Italia, con decreto del 15 ottobre ha disposto lo scioglimento degli organi con funzioni di amministrazione e di controllo della Banca delle Marche, in gestione provvisoria, con sede in Ancona, e ha sottoposto la stessa alla procedura di amministrazione straordinaria (qui la notizia precedente).

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con il divieto d’iscrizione all’albo

La risposta esatta alla domanda pubblicata il 16 maggio, a proposito dei certificate, era quella con ...

Pir, un sostegno alle pmi. Se ne parla sul canale di Banca Mediolanum

Ospite della trasmissione Mercati che Fare, il professor Marco Giorgino, del Politecnico di Milano ...

Mps, più vicina la cessione degli npl

Secondo il quodidiano Mf, il Monte dei Paschi di Siena prepara l'asta per vendere i crediti deterior ...