UniCredit, accordo con Pimco e Fortress per gli Npl

A
A
A

Questi veicoli potranno acquistare il portafoglio di 17,7 miliardi di euro (al 30 giugno le sofferenze erano però scese a 16,2 miliardi di euro).

Chiara Merico di Chiara Merico17 luglio 2017 | 10:50

L’ACCORDO – La firma è arrivata: il gruppo UniCredit ha siglato gli accordi definitivi per cedere 17,7 miliardi di euro di sofferenze, nell’ambito del progetto “Fino” che prevede la cartolarizzazione degli Npl (crediti deteriorati) attraverso veicoli partecipati a maggioranza dai fondi Pimco e Fortress.  Lo ha fatto sapere la banca in una nota. Questi veicoli potranno acquistare il portafoglio di 17,7 miliardi di euro (al 30 giugno le sofferenze erano però scese a 16,2 miliardi di euro) “per i segmenti relativi alle rispettive partecipazioni di Pimco e Fortress, come definito nella Fase 1 del progetto Fino”. L’operazione si completerà con l’emissione dei titoli Abs (asset backed securities), attesa entro la fine di luglio 2017.  Durante la Fase 2 del progetto Fino nella seconda metà dell’anno, Unicredit “considererà l’eventuale assegnazione di rating pubblico ai titoli senior e mezzanini emessi nell’ambito della cartolarizzazione e la vendita della rimanente quota di Unicredit, per detenere meno del 20%”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Hedge: Fortress rileva D.B Zwirn, Deutsche chiude Fof

Wall Street: i colossi alternativi chiudono il trimestre in rosso

Ti può anche interessare

Banca Mediolanum, fondi e gestioni trainano la raccolta

Nel mese di settembre, la società guidata da Massimo Doris a realizzato flussi netti positivi per 2 ...

Poste Italiane, 186 miliardi di masse con fondi e polizze

Qualche dettaglio in più sul piano industriale presentato ieri dall’amministratore delegato Matte ...

Credem si affida a Petrisano in Calabria

Il manager è stato recentemente nominato capo mercato per la regione della rete di consulenti finan ...