Consulenti, che guadagni in America con le stock option

A
A
A

Una panoramica di come funzionano gli incentivi per i financial advisor statunitensi

Luca Spoldi di Luca Spoldi18 luglio 2017 | 11:19

Negli Usa la concessione di stock option è diffusa da decenni e così anche i financial advisor devono frequentemente valutarne vantaggi e caratteristiche. La prima regola da seguire, secondo Michael Beriss, senior financial advisor di Ameriprise Financial, è fissarsi degli obiettivi: cosa va fatto del ricavato dell’eventuale vendita delle stock option? Definire questo aspetto li aiuterà a focalizzare l’uso specifico di tali titoli in relazione agli altri redditi e risparmi. Dovranno poi decidere come gestire le stock option nel corso degli anni, rimanendo consapevoli della scelta, delle caratteristiche delle opzioni, dell’impatto fiscale e dei guadagni o perdite che si realizzeranno in base a quando decideranno di esercitare le opzioni. Dovranno poi stare attenti
a valutare correttamente il valore netto delle opzioni, non dimenticando
di scontarle per il prezzo di esercizio e per le tasse sui capital gain. Se le prospettive dell’azienda sono buone, il financial advisor attende il più a lungo possibile prima di esercitare le sue opzioni (negli Usa tipicamente i piani di stock option consentono di esercitare le opzioni fino a 10 anni da quando è maturato il diritto a ricevere le opzioni), dato che storicamente i prezzi
 delle azioni salgono col tempo, ampliando così il divario rispetto al prezzo d’esercizio. Eccezioni a questa regola possono essere dovute al fatto che le stock option arrivino a pesare oltre il 25% del reddito, o le quotazioni risultino molto volatili o le prospettive dell’azienda vadano peggiorando. Occorre poi sapere cosa succede se si viene licenziati, se si lascia l’azienda per andare a lavorare da un concorrente, se si va in pensione o si muore, informando anche i familiari (e potenziali eredi) per non perdere il diritto di esercitare le opzioni in futuro. Va prestata attenzione anche alla tipologia di azioni connesse alle opzioni (negli Usa la tassazione varia in base alla tipologia di titoli) e a determinare il tax rate in base a quando verranno esercitate le opzioni, per ottimizzare in anticipo il carico fiscale. La presenza di vincoli alla vendita dei titoli, una volta esercitate le opzioni o il pagamento di dividendi, potrà infine convincere l’advisor a mantenere i titoli in portafoglio e non cederli subito.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Bnl-Bnp Paribas LB gonfia la rete

Addio all’Albo per un ex Fineco

Il fintech bussa in casa Anasf

L’eleganza ad alta temperatura

Multilife, quando i valori non hanno età

Consulenti, 10 consigli per costruire una leadership perfetta

Invesco investe sui consulenti

I due driver della consulenza finanziaria

Sri insieme ai consulenti

Nuovo Albo, Nafop e un sogno (prima) di mezza estate

OCF, la soddisfazione delle scf in attesa del 2019

Consulenza a distanza, l’avanguardia firmata Südtirol Bank

Consulenti, i mesi giusti per cercare lavoro

L’assist del Mef a Consob in vista del nuovo Albo

Caccia grossa a 2000 consulenti

Consulenti, una nuova vita da indipendente

Parola ai consulenti, sulla Road to the future

La nuova privacy invade la consulenza

Consulenti, meglio il portafoglio del curriculum

Ascosim dalla parte del Santo Padre

La grande bellezza di Mediolanum

Consulenti, il bersaglio di Bergoglio è sbagliato

La “predica” di Papa Francesco ai consulenti finanziari

Consulenti, cresce la concorrenza di banche e Poste

Tutela del risparmio e banche, le mosse di Lega e M5S

Consulenza indipendente, in Italia “mission impossible”

Fideuram va in buca

Anasf sempre presente per Efpa

Widiba, la versione di Giacomelli

Efpa, oggi è il Deroma day. Il saluto di Ambrosi

Caro consulente, come tratti i tuoi clienti?

Che Cifa Anasf a Monaco

Consulenti: andiamo alle terme con Enasarco

Ti può anche interessare

Da Goldman Sachs nuove obbligazioni “Settore Immobiliare”

I bond permettono di partecipare alla performance del settore immobiliare, tramite l’esposizione a ...

Diamanti in banca, primi rimborsi di Mps

Secondo l’associazione dei consumatori Aduc, l’istituto toscano ha risarcito due clienti ...

ConsulenTia 2018, un’edizione da record

Alla quinta edizione della kermesse hanno partecipato 3.000 visitatori unici, 54 sponsor tra sgr, ba ...