Anche Azimut lancia i suoi Pir

A
A
A

La società presenta AZ Fund Italian Excellence 3.0 e AZ Fund Italian Excellence 7.0, due nuovi comparti della piattaforma lussemburghese destinati anche alla costituzione dei Piani individuali di risparmio a lungo termine.

Chiara Merico di Chiara Merico21 luglio 2017 | 15:27

DUE PRODOTTI – Il gruppo Azimut si lancia nel mondo dei Pir: la società fondata da Pietro Giuliani e guidata da Sergio Albarelli, con oltre 47 miliardi di euro di patrimoni in gestione, presenta AZ Fund Italian Excellence 3.0 e AZ Fund Italian Excellence 7.0, due nuovi comparti della piattaforma lussemburghese destinati anche alla costituzione dei Piani individuali di risparmio a lungo termine (Pir) introdotti dalla legge di bilancio 2017. Italian Excellence 3.0 e Italian Excellence 7.0, attraverso una politica di investimento orientata agli strumenti finanziari di piccole e medie imprese italiane, rappresentano un ponte verso la crescita delle aziende italiane, fornendo al contempo agli investitori l’opportunità di ottenere redditi di natura finanziaria in un regime di esenzione dall’imposta sui capital gain e dall’imposta di successione.

LE CARATTERISTICHE – Entrambi i comparti Italian Excellence, secondo i requisiti di legge previsti, investono almeno il 70% del portafoglio in strumenti finanziari emessi da imprese che svolgono attività diverse da quella immobiliare residenti in Italia o in un altro Stato dell’Unione Europea ma con branch in Italia. Di questo ammontare, almeno il 30%, pari al 21% del totale, sarà investito in strumenti finanziari emessi da imprese diverse da quelle inserite nell’indice FTSE Mib o in indici equivalenti di altri mercati regolamentati. Azimut offre agli investitori la possibilità di investire nei comparti Italian Excellence “Pir compliant” scegliendo tra due differenti alternative, entrambe gestite da AZ Fund Management SA con l’advisory di Azimut Capital Management Sgr, sulla base del peso massimo della componente azionaria: Italian Excellence 3.0 prevede una componente equity massima del 30%, mentre in Italian Excellence 7.0 questa quota può rappresentare fino al 70% degli attivi netti del prodotto. “Queste nuove soluzioni di investimento beneficiano delle forti competenze di gestione che Azimut da sempre esprime sull’azionario italiano. Con il Pir Italian Excellence offriamo inoltre uno strumento capace di avvicinare i risparmiatori al mondo dell’economia reale, in linea con l’obiettivo che perseguiamo da quattro anni con il progetto Libera Impresa”, è il commento di Paolo Martini, amministratore delegato di Azimut Capital Management e co-direttore generale di Azimut Holding.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Azimut prende Sofia Sgr

Azimut, completato il piano mensile di acquisto di azioni

Azimut, i 3 ex supergestori all’attacco

Azimut, gennaio positivo per la raccolta

ConsulenTia18/Albarelli (Azimut): ” Con Mifid 2 i cf guadagneranno di più “

Azimut Holding: eseguita la terza tranche di acquisto di azioni proprie

Gruppo Azimut, scompare Augustum Opus Sim

Giuliani: “Ecco come Timone crescerà in Azimut”

Azimut, superutile e superdividendo

Azimut: missione compiuta (con due anni d’anticipo)

Azimut? “Non è in vendita”

Azimut torna a ruggire nel reclutamento

Azimut scommette sul peer to peer lending

Azimut punta al Nord Europa

Azimut, a novembre raccolta a +403 milioni

Azimut, terza tappa del buyback

Azimut, continua lo shopping in Australia

Azimut, il titolo piace a Credit Suisse

Azimut, ecco la newco dei 3 ex super gestori

Albarelli (Azimut): “Tanto sviluppo, tanto estero”

Azimut: “Piano di acquisto completato da 1.200 colleghi”

Azimut e Alfalah Investments lanciano un fondo sull’azionario pakistano

Azimut colpisce ancora in Australia

Azimut? Arriverà a 50 euro

Azimut, nei 9 mesi il secondo miglior utile di sempre

Bluerating in edicola: “Partiamo in vantaggio con la Mifid 2”

Azimut, rivoluzione nella gestione

Azimut, l’Australia traina la raccolta a ottobre

Colpo AlpenBank, ingaggiata Rita Ghigo

Fineco e le altre: è tempo di trimestrali

Azimut, alleanza in Medio Oriente

Azimut, l’estero fa bene al business

Azimut, è caccia grossa a 150 bancari “affluent”

Ti può anche interessare

UniCredit, trimestre da incorniciare

Dopo l'aumento di capitale e la cura dell'amministratore delegato Mustier, il gruppo bancario ha rea ...

Banche Venete, rischio di un’altra beffa per gli azionisti

Secondo l’associazione dei consumatori Aduc, i liquidatori della Popolare di Vicenza e di Veneto b ...

Vendita di diamanti in banca, fioccano le multe per gli intermediari

Sanziono per Diamond Private Investment (Dpi) e Intermarket Diamond Business ...