Buoni senza info sul termine? Tema caldissimo per l’Abf

A
A
A
Marco Muffato di Marco Muffato28 luglio 2017 | 08:43

Una mia cliente si è recata alla Poste per incassare un buono dopo vent’anni e ha ricevuto una pessima notizia: il buono era a termine con scadenza sei anni ed è quindi prescritto. Sul buono c’è scritto solo “a termine”. Come poteva conoscere la scadenza?
G. F., Roma
Il caso non è isolato e deriva dal cambio di abitudini che ha interessato i buoni a termine. Il 28 febbraio 2000 pativa la serie AA1, la prima con una sola scadenza (sei anni) e non due come fino ad allora accadeva. Da quel momento i certificati non hanno più riportato il numero di serie, i tassi e la scadenza. Il foglio informativo che accompagna l’emissione specifica che la sottoscrizione del buono implica la conoscenza e l’accettazione del regolamento e delle condizioni applicate. Ma ciò potrebbe non bastare a esentare le Poste da responsabilità.

I decreti ministeriali di emissione prevedevano che fossero messi a disposizione della clientela i fogli informativi riportanti le condizioni e che una copia degli stessi fosse consegnata al sottoscrittore. Le Poste possono trovarsi in difficoltà nel dimostrare di aver adempiuto a tali doveri di informazione, in particolare al secondo. Ancora secondo la sentenza di Cassazione a Sezioni Unite 15/06/2007, n. 13979, il collocamento dei buoni dà luogo alla conclusione di un accordo negoziale tra emittente e sottoscrittore e, nell’ambito dell’accordo, l’intermediario propone al cliente e quest’ultimo accetta di porre in essere un’operazione finanziaria caratterizzata dalle condizioni indicate sul retro dei buoni oggetto di collocamento, i quali vengono compilati, firmati, bollati e consegnati al sottoscrittore dall’ufficio emittente. Senza indicazioni come il beneficiario del buono può verificare la scadenza? Ci sono le condizioni per reclamare e poi rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn2Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Un film la doppia tassazione sui beneficiari di buoni postali residenti all’estero

Ti può anche interessare

Mediobanca, la mezza smentita di Nagel sulle dimissioni

Il ceo dell'istituto di Piazzetta Cuccia ha detto che la risposta ai rumor su un un suo abbandono è ...

Bluerating AWARDS, ecco i cf Credem

La rete del gruppo Credem ha indicato i nomi dei professionisti che concorreranno per il premio fina ...

Banca Mediolanum, fondi col vento in poppa

Nel mese di agosto il gruppo guidato da Massimo Doris ha registrato una raccolta netta positiva di 4 ...