Mps, l’aumento di capitale fa il “tutto esaurito”

A
A
A

A conclusione del periodo di offerta, è stato sottoscritto il 99,85% delle nuove azioni, per un ammontare complessivo di…

di Redazione30 giugno 2014 | 07:32

SOTTOSCRITTO IL 99,85% – Tutto esaurito per il maxi aumento di capitale da 5 miliardi di euro di Banca Monte dei Paschi di Siena: a conclusione del periodo di offerta, annuncia la banca, è stato sottoscritto il 99,85% delle nuove azioni, per un ammontare complessivo di 4.992.056.324 euro. “L’ottima riuscita dell’aumento di capitale ci consente di guardare al futuro con rinnovata energia”, ha commentato Fabrizio Viola, amministratore delegato di Banca Monte dei Paschi di Siena. “Questa operazione, oltre a consolidare i nostri requisiti patrimoniali, ci permetterà di restituire al Governo italiano circa 3,5 miliardi, comprensivi di interessi e sovrapprezzo, ovvero la gran parte dei ‘Monti bond’ a suo tempo ottenuti. Un risultato positivo per Mps e per lo Stato”.

I DIRITTI INOPTATI – Nel dettaglio, durante il periodo di offerta in opzione, iniziato il 9 giugno 2014 e conclusosi il 27 giugno 2014, sono stati esercitati 116.636.830 diritti di opzione per la sottoscrizione di 4.992.056.324 nuove azioni. Risultano dunque non esercitati 178.555 diritti di opzione che danno diritto alla sottoscrizione di 7.642.154 nuove azioni, per un controvalore di 7.642.154 euro. I diritti inoptati saranno offerti in Borsa da Mps, tramite Banca Akros, nelle sedute del 1, 2, 3, 4 e 7 luglio 2014, salvo chiusura anticipata. I diritti potranno essere utilizzati per la sottoscrizione delle nuove azioni, al prezzo di 1 euro ciascuna, sulla base di un rapporto di 214 nuove azioni ogni 5 diritti.

L’OFFERTA IN BORSA  – Nel caso di chiusura anticipata dell’offerta in Borsa, l’esercizio dei diritti acquistati dovrà essere effettuato anticipatamente, a pena di decadenza, entro e non oltre il terzo giorno di borsa aperta successivo a quello di comunicazione della chiusura anticipata e quindi:
•    entro e non oltre il 4 luglio 2014, con pari valuta, in caso di chiusura anticipata il 1 luglio 2014;
•    entro e non oltre il 7 luglio 2014, con pari valuta, in caso di chiusura anticipata il 2 luglio 2014.
In tutte le altre ipotesi, il termine ultimo per la sottoscrizione delle Nuove Azioni rimarrà il giorno 8 luglio 2014.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mps, un premio allo spot

Azionisti Mps, ecco le possibilità di rivalsa

Mps, lo Stato sopra il 68%

Mps, confermati Morelli e Falciai

Mps e Banche venete, quasi 9mila esuberi e 2,8 miliardi di costi

Bond subordinati Mps, come ottenere i risarcimenti

Mps,Credito Fondiario entra nella cartolarizzazione degli Npl

Banca Mps e Compass, nuovo accordo per distribuire finanziamenti

Risarcimento subordinati Mps: un’offerta da accettare al volo

Una donna a capo della direzione retail di Mps

Mps punta a tornare sul listino a inizio ottobre

Mps: bond subordinati convertiti in azioni, ristoro solo per il bond ‘Antonveneta’

Mps promossa da Dbrs e bocciata da Equita

Montepaschi, cercasi compratore in Belgio

Banche in spolvero a Piazza Affari

Mps: Cerved si allea con Quaestio per offerta per Juliet

Mps: 5.500 esuberi e 600 filiali da chiudere

Mps, il via libera Ue alla ricapitalizzazione è arrivato

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

Piazza Affari chiude in calo, tra petrolio in rialzo e banche sotto esame

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

Mps, pronto l’accordo con Atlante 2 per la cessione di Npl

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Atlante 2 rileva Npl di CariFe, resta in piedi operazione con Mps

Mps, cartolarizzazione Npl pare in stallo

Npl Montepaschi, voci di offerta dai fondi hedge

Mps tira un sospiro di sollievo, Bpvi e Veneto Banca non ancora

Axa resta in Mps

Banche: per Mps la soluzione si avvicina, per ex popolari venete ancora no

Finanziamenti alle startup: Mps partner ufficiale di Confimprese

Mps, al via il salvataggio

Mps, terminata l’ispezione della Bce

Mps, più vicina la cessione degli npl

Ti può anche interessare

Patrimonio: Fideuram ISPB fa il vuoto, Banca Generali insegue

Le tre società del gruppo guidato dall’a.d. Paolo Molesini ha registrato un incremento delle mass ...

Sanpaolo Invest fa faville

Ottimo 2016 per la controllata di Fideuram Ispb: salgono utile, margine d’intermediazione ed ebit. ...

Banco Bpm stanzia 20 milioni per le vittime dell’alluvione

Il personale presente nelle filiali di Banco BPM – Cassa di Risparmio di Lucca Pisa Livorno è a d ...