Promotori, il portafoglio perfetto in 5 semplici mosse

A
A
A

Poche domande facili e veloci a cui rispondere per capire se avete individuato e consigliato il giusto mix d’investimento per voi e per i vostri clienti.

Daniel Settembre di Daniel Settembre5 settembre 2014 | 10:30

REGOLE D’ORO – La regola principe da seguire per investire nel modo corretto è la diversificazione. Non sempre è facile riconoscere quando sono state fatte le scelte giuste e, soprattutto, se all’intero del proprio portafoglio è presente il giusto mix di prodotti finanziari. Il Time ha cercato di stilare 5 semplici regole da seguire per costruire il “portafoglio perfetto”. Un buon metodo di autoanalisi è, infatti, quello di rispondere a queste 5 domande.

1. Hai bisogno di tutte e due le mani per contare i tuoi investimenti?
Chiaramente non c’è nessun numero “corretto” d’investimenti da possedere. Ma una volta che si supera i 5 o 6 è probabile che avrai un sacco di sovrapposizioni inutili. La verità è che si può ottenere un’alta diversificazione solo investendo in pochi fondi mixando quelli azionari e quelli obbligazionari.

2. Hai prodotti finanziari che non capisci?
Rispondere “Sì, è un etf leveraged che offre il doppio del rendimento dell’S&P500” non basta. È necessario sapere veramente come si calcola il ritorno di leva e il rendimento. Se non sai come funziona realmente un investimento, non saprai mai se ne hai veramente bisogno.

3. Riesci a spiegare esattamente il perché dei tuoi acquisti?
Perché l’hai sentito su un programma finanziario in televisione o perché era sulla lista delle prime 10 azioni su qualche rivista non è una risposta accettabile. Oltre a sapere come funziona un investimento, è necessario capire quale specifico ruolo svolge nel tuo portafoglio e in che modo, soprattutto, ne migliora le prestazioni. Idealmente, si dovrebbe anche essere in grado di quantificare il beneficio che si riceve possedendolo o indicare dati sulla performance, che dimostrino in che modo migliora il rapporto tra rischio e rendimento.

4. Sei proprietario di prodotti che non hai mai toccato dopo l’acquisto?
Se stai seguendo una strategia d’investimento a lungo termine, allora il mix di attività nel tuo portafoglio, qualunque esso sia, dovrebbe riflettere i tuoi obiettivi d’investimento e la propensione al rischio. È necessario però riequilibrare e rimodulare periodicamente il portafoglio per riportarlo alle dovute proporzioni. Se ci sono prodotti che non hai mai toccato è probabile che non facciano parte della tua strategia.

5. Aggiungi continuamente nuovi investimenti al tuo portafoglio?
Una volta creato un portafoglio ben bilanciato, il tuo lavoro è praticamente terminato. Certo, c’è il monitoraggio e il ribilanciamento, ma non c’è bisogno di aggiungere continuamente nuove asset class o prodotti solo perché le imprese di investimento continuano a lanciarli. Se lo fai, è molto probabile che finirai con una valanga ingombrante di investimenti difficile da gestire.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Consob e la macchina delle sanzioni

Ecco il menù di Bnp Paribas a ITForum 2018

Consulenza finanziaria in semplicità

Le nuove regole dei servizi d’investimento, facciamo il punto

Morgan Stanley IM: Panta rei, dal cambiamento del clima d’investimento al cambiamento dirompente

Assoreti, Molesini presidente

L’eleganza ad alta temperatura

ITForum 2018, tutto pronto per il grande evento

Un carico di obbligazioni con destinazione ITForum

WisdomTree, CoCome ti innovo l’obbligazionario

Il gestore che non teme il populismo (ma altro) in Italia

Investimenti: il 2022 “ambizioso” di Fca

Investimenti, preparatevi all’inflazione giapponese

Consulenti, un webinar per conoscere i certificati

Fuori le obbligazioni dal bail in, la mossa di Eba ed Esma

OCF, la soddisfazione delle scf in attesa del 2019

ITForum, ecco il menù degli investimenti

Consulenza fiscale, la nuova era digitale

Mini Futures per grandi investitori

MFS, A caccia di alpha in un mercato complesso

La nuova privacy invade la consulenza

Tutte le sorprese di Fineco all’ITForum

Esma mette la museruola all’high frequency trading

Forbes.it è online

La tecnologia al servizio degli investimenti

Che bello lavorare in Credem

Fondi obbligazionari, tre lustri di delusioni

Ascosim dalla parte del Santo Padre

Fondi, con Fidelity la commissione è variabile

Bim boccia il prezzo dell’opa

A lezione di tesoreria da AcomeA

Anche eToro introduce un wallet per le criptovalute

La blockchain oltre il bitcoin, rivivi il webinar

Ti può anche interessare

Mifid 2, governo a un bivio su Bcc e casse rurali

In attesa che il governo approvi il decreto in via definitiva, ci si interroga sulle ricadute delle ...

Advance Sim allarga il business

La società di intermediazione immobiliare, già specializzata nella consulenza e gestione dei patri ...

Obbligo di rendicontazione trimestrale del dossier titoli? Attenti all’equivoco

Domanda.Una mia cliente lamenta la periodicità diventata trimestrale dell’estratto conto del ...