Promotori, il portafoglio perfetto in 5 semplici mosse

A
A
A

Poche domande facili e veloci a cui rispondere per capire se avete individuato e consigliato il giusto mix d’investimento per voi e per i vostri clienti.

Daniel Settembre di Daniel Settembre5 settembre 2014 | 10:30

REGOLE D’ORO – La regola principe da seguire per investire nel modo corretto è la diversificazione. Non sempre è facile riconoscere quando sono state fatte le scelte giuste e, soprattutto, se all’intero del proprio portafoglio è presente il giusto mix di prodotti finanziari. Il Time ha cercato di stilare 5 semplici regole da seguire per costruire il “portafoglio perfetto”. Un buon metodo di autoanalisi è, infatti, quello di rispondere a queste 5 domande.

1. Hai bisogno di tutte e due le mani per contare i tuoi investimenti?
Chiaramente non c’è nessun numero “corretto” d’investimenti da possedere. Ma una volta che si supera i 5 o 6 è probabile che avrai un sacco di sovrapposizioni inutili. La verità è che si può ottenere un’alta diversificazione solo investendo in pochi fondi mixando quelli azionari e quelli obbligazionari.

2. Hai prodotti finanziari che non capisci?
Rispondere “Sì, è un etf leveraged che offre il doppio del rendimento dell’S&P500” non basta. È necessario sapere veramente come si calcola il ritorno di leva e il rendimento. Se non sai come funziona realmente un investimento, non saprai mai se ne hai veramente bisogno.

3. Riesci a spiegare esattamente il perché dei tuoi acquisti?
Perché l’hai sentito su un programma finanziario in televisione o perché era sulla lista delle prime 10 azioni su qualche rivista non è una risposta accettabile. Oltre a sapere come funziona un investimento, è necessario capire quale specifico ruolo svolge nel tuo portafoglio e in che modo, soprattutto, ne migliora le prestazioni. Idealmente, si dovrebbe anche essere in grado di quantificare il beneficio che si riceve possedendolo o indicare dati sulla performance, che dimostrino in che modo migliora il rapporto tra rischio e rendimento.

4. Sei proprietario di prodotti che non hai mai toccato dopo l’acquisto?
Se stai seguendo una strategia d’investimento a lungo termine, allora il mix di attività nel tuo portafoglio, qualunque esso sia, dovrebbe riflettere i tuoi obiettivi d’investimento e la propensione al rischio. È necessario però riequilibrare e rimodulare periodicamente il portafoglio per riportarlo alle dovute proporzioni. Se ci sono prodotti che non hai mai toccato è probabile che non facciano parte della tua strategia.

5. Aggiungi continuamente nuovi investimenti al tuo portafoglio?
Una volta creato un portafoglio ben bilanciato, il tuo lavoro è praticamente terminato. Certo, c’è il monitoraggio e il ribilanciamento, ma non c’è bisogno di aggiungere continuamente nuove asset class o prodotti solo perché le imprese di investimento continuano a lanciarli. Se lo fai, è molto probabile che finirai con una valanga ingombrante di investimenti difficile da gestire.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Gli hedge fund scelgono i mercati emergenti

5 buoni motivi per iscriversi a Investments on the road

Consulenti, botta e risposta sui dubbi di un ex promotore

Etf, proposta obbligazionaria di Spdr

Arriva l’indice per investire nell’arte

Regolamento Intermediari, la svolta per i Fee Only

Professionisti e fisco: la partita Iva è un salasso

A San Valentino regala un conto corrente cointestato

Rovinarsi sui mercati ai tempi di Mifid 2

SGSS si conferma banca depositaria per Inarcassa

Esame Albo, occhio alla scadenza romana

Gli hedge fund ora scelgono l’Europa

ConsulenTia18/Orsi (M&G): “Gestire Mifid 2 con le partnership”

ConsulenTia18/Conti Nibali (Ocf): “L’Albo di tutti i consulenti”

Connect 2020, la convention da record di Allianz

ConsulenTia18/Gatti (Anima): “Vi presento Vespucci e Magellano”

ConsulenTia18/Bufi (Anasf): “I tre livelli critici di Mifid 2”

ConsulenTia18/Camisa (Schroders): “Investire cavalcando i trend demografici”

Investments on the road: Banca IMI e BFC insieme per i consulenti

BFC, benvenuto Asset Class

Scf e autonomi, i dubbi in attesa di Consob

Santander, eccellenza nella gestione delle risorse umane

Quando l’Etf è un ingrediente del portafoglio

Forex e cfd, sanzione per servizi di trading online abusivi

Criptovalute, fronte compatto contro le truffe

Esma, gli echi della nuova fiscalità Usa preoccupano l’Europa

5 modi smart per utilizzare gli ETF Smart Beta

Ccteu e Btp sono i protagonisti della nuova infornata del Mef

Giri di valzer ai piani alti di Savills IM

Pir, porte aperte al real estate

Petrolio in ascesa, la bussola per gli energetici di AcomeA

Iscrizioni e cancellazioni dall’albo, così le comunicherà Ocf

6 buoni motivi per investire con DEGIRO

Ti può anche interessare

Anasf, ancora pochi giorni per chiedere la borsa di studio

Scade il 30 novembre il bando per partecipare al concorso per laureati intitolato a Ivo Taddei ...

Consulenti finanziari, training class: mettetevi alla prova con le Sgr

La risposta esatta alla domanda pubblicata ieri, a proposito dei sistemi multilaterali di negoziazio ...

Poste Italiane rinnova l’offerta di Libretti e Buoni Fruttiferi

Firmato l’accordo con la Cassa Depositi e Prestiti per distribuire ancora i prodotti di risparmio ...