Incrocci (ex Mps) ha lasciato per incomprensioni con l’a.d. di Widiba

A
A
A

Lo confermano fonti vicine all’ex responsabile della rete dei promotori finanziari di Mps, che danno così corpo alle ipotesi che si sono rincorse nei giorni scorsi.

Maria Paulucci di Maria Paulucci27 novembre 2014 | 16:25

WIDIBA ALLA BASE DELLA ROTTURA – La rottura tra Mario Incrocci (nella foto a destra) e Banca Monte dei Paschi di Siena (qui la notizia) ha una ragione che si chiama Widiba (qui tutti i dettagli sul progetto): lo confermano fonti vicine all’ex responsabile della rete dei promotori finanziari di Mps a BLUERATING, che danno così corpo alle ipotesi che si sono rincorse nei giorni scorsi. “Indubbiamente Widiba è un buon progetto”, spiegano le persone ascoltate, “ma è come uno spartito di musica: si può avere il migliore spartito del mondo, ma poi bisogna saperlo suonare con armonia. E le modalità con cui viene suonato lo spartito di Widiba non sono condivise dall’ex responsabile della rete dei pf di Mps”. Nei giorni scorsi si era parlato di tensioni con i vertici della banca online del gruppo Mps, nel cui perimetro sono stati ricondotti i promotori finanziari di cui Incrocci fino a qualche giorno fa era responsabile. “Non c’è feeling con la direzione”, confermano sul punto le fonti vicine a Incrocci, “in particolare con l’amministratore delegato di Widiba (Andrea Cardamone, nella foto a sinistra, n.d.r.). E quando non c’è sintonia con l’amministratore delegato la situazione diventa precaria. Poi va detto che Incrocci non è affatto una persona da mezzi termini, è uno che lavora per amore e per passione”. Quando questo viene meno, lasciano intendere gli operatori sentiti da BLUERATING, è finita.

LA DESTINAZIONE DI INCROCCIIncrocci avrebbe maturato la decisione di uscire da Widiba “negli ultimi due o tre mesi”. Altri lo seguiranno? “La situazione è abbastanza tesa e non si esclude che ci siano altre persone che possano uscire. Ma Incrocci ha fatto una scelta personale e non sta, nel modo più assoluto, incoraggiando altri a seguirlo. Non sta aizzando nessuno”. Dove andrà, adesso? A quanto risulta, il manager non ha ancora preso una decisione. “Ha ricevuto proposte un po’ da tutte le parti e sta facendo delle riflessioni. Ha avuto molte più offerte di quante se ne aspettava. Per decidere”, aggiungono le fonti, “non si vuole basare su quanto guadagnerà. Piuttosto, sta soppesando i piani industriali delle realtà che si sono fatte avanti”. La destinazione, comunque, parrebbe essere un’altra rete bancaria. “Ormai l’indirizzo delle banche è quello di costituire reti di promozione finanziaria. Il terreno è molto fertile in questo momento. Tenga presente”, dice un operatore, “che ci sono anche nuove banche che stanno ipotizzando di costruire reti e che hanno progetti in partenza o già in corso”. I nomi che circolano, in effetti, sono tanti. Staremo a vedere. Quel che è certo è che Incrocci è un manager di lunga esperienza che conosce bene il mercato: è stato in Fideuram, dove nel 1986 ha contribuito alla nascita di Sanpaolo Invest, ha vissuto la fase non facile di Banca 121 e dal 2004 ha guidato per un decennio la rete dei promotori finanziari di Banca Mps. Fino all’inizio dell’era Widiba.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Mps, un premio allo spot

Azionisti Mps, ecco le possibilità di rivalsa

Mps, lo Stato sopra il 68%

Mps, confermati Morelli e Falciai

Mps e Banche venete, quasi 9mila esuberi e 2,8 miliardi di costi

Bond subordinati Mps, come ottenere i risarcimenti

Mps,Credito Fondiario entra nella cartolarizzazione degli Npl

Banca Mps e Compass, nuovo accordo per distribuire finanziamenti

Risarcimento subordinati Mps: un’offerta da accettare al volo

Una donna a capo della direzione retail di Mps

Mps punta a tornare sul listino a inizio ottobre

Mps: bond subordinati convertiti in azioni, ristoro solo per il bond ‘Antonveneta’

Mps promossa da Dbrs e bocciata da Equita

Montepaschi, cercasi compratore in Belgio

Banche in spolvero a Piazza Affari

Mps: Cerved si allea con Quaestio per offerta per Juliet

Mps: 5.500 esuberi e 600 filiali da chiudere

Mps, il via libera Ue alla ricapitalizzazione è arrivato

Banche: oltre a Banca Carige occhio a Mps

Piazza Affari chiude in calo, tra petrolio in rialzo e banche sotto esame

Piazza Affari corre con le banche, brilla Unicredit

Mps, pronto l’accordo con Atlante 2 per la cessione di Npl

Dopo salvataggio banche venete si sblocca anche vicenda Mps

Atlante 2 rileva Npl di CariFe, resta in piedi operazione con Mps

Mps, cartolarizzazione Npl pare in stallo

Npl Montepaschi, voci di offerta dai fondi hedge

Mps tira un sospiro di sollievo, Bpvi e Veneto Banca non ancora

Axa resta in Mps

Banche: per Mps la soluzione si avvicina, per ex popolari venete ancora no

Finanziamenti alle startup: Mps partner ufficiale di Confimprese

Mps, al via il salvataggio

Mps, terminata l’ispezione della Bce

Mps, più vicina la cessione degli npl

Ti può anche interessare

Nuovo ingresso in Sicilia per Credem

Si tratta di Giuseppe Navetta, consulente nella gestione dei patrimoni con un’esperienza di oltre ...

Credit Suisse promette dividendi più ricchi

In una nota diffusa in vista dell‘investor day e citata dall’agenzia Reuters, il gruppo Credit S ...

Banca Mediolanum, trasloco in Spagna

Cambio di sede legale da Barcellona a Valencia per la controllata iberica, dopo i fatti di Catalogna ...