Banche, rimpasto in cda per Carige

A
A
A

Il board ha preso atto delle dimissioni rassegnate dai consiglieri Luca Bonsignore, Lorenzo Cuocolo e Giuseppe Zampini e ha cooptato Beniamino Anselmi, Marco Macciò e Giampaolo Provaggi

di Diana Bin29 maggio 2015 | 12:28

NUOVE NOMINE – Nuove nomine nel cda di Banca Carige. Il board presieduto da Cesare Castelbarco Albani (nella foto) ha preso atto delle dimissioni rassegnate dai consiglieri Luca Bonsignore, Lorenzo Cuocolo e Giuseppe Zampini e ha cooptato Beniamino Anselmi, Marco Macciò e Giampaolo Provaggi. Si tratta in sostanza di un primo rimpasto della governance dell’istituto genovese dopo l’ingresso del gruppo Malacalza, prima con l’acquisto del 10,5% dalla Fondazione e poi con un ulteriore 4,66% dai francesi di Bpce.

AUMENTO DI CAPITALE – Il patto prevede anche che, nell’elezione del cda di Carige, Malacalza “si impegna a presentare e votare una lista nella quale sarà indicato nella terza posizione, il nominativo di un candidato consigliere desigato dalla Fondazione, a condizione che la Fondazione medesima detenga, al momento della presentazione della lista, una partecipazione in Carige superiore allo 0,3% del capitale sociale”. Carige ha approvato un aumento di capitale da 850 milioni che dovrebbe partire all’inizio del mese prossimo.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

SocGen Securities Services, arriva Davey

Il nuovo entrato ricoprirà il ruolo di managing director e head of business solutions, con il compi ...

Deutsche Bank, utili oltre le attese nel secondo trimestre

L' utile netto è stato di 466 milioni (1 miliardo nel semestre) rispetto ai 20 milioni dello stesso ...

Consulenti finanziari, rincaro dei contributi per la pensione

Il 18 maggio scade il termine per i versamenti all'Inps dei cf. Aliquote innalzate secondo quanto pr ...