Private banker, altri 5 reclutamenti top per Banca Euromobiliare

A
A
A

L’obiettivo è proseguire nella strategia di crescita con una nuova raccolta di 200 milioni di euro entro fine 2015 grazie ai reclutamenti effettuati nell’anno.

Maria Paulucci di Maria Paulucci8 giugno 2015 | 12:29

ALTRI CINQUE PROFESSIONISTI CON ESPERIENZA – L’obiettivo del canale private banking di Banca Euromobiliare – società controllata al 100% da Credem – è di raggiungere i 4,2 miliardi di euro di patrimonio entro fine 2015. Lo fa sapere in una nota la banca, specializzata nel private banking e guidata dal direttore generale Giuseppe Rovani con Francesco Ferrarini (nella foto) responsabile dell’area private banking. Inoltre, la società punta a reclutare entro fine 2015 almeno altri cinque professionisti con esperienza nella gestione della clientela private e competenze professionali in ambito wealth management e advisory sul patrimonio. L’obiettivo è proseguire nella strategia di crescita con una nuova raccolta di 200 milioni di euro entro fine 2015 grazie ai reclutamenti che saranno effettuati nel corso dell’anno e allo sviluppo della clientela esistente. Il focus sarà sulla aree ad alto potenziale di sviluppo per la clientela private come Milano, Torino, Firenze e Roma.

GESTIRE I GRANDI PATRIMONI
– “Abbiamo focalizzato l’attenzione sul reclutamento di professionisti con una consolidata esperienza nella gestione dei grandi patrimoni perché vogliamo garantire ai nostri clienti un livello di servizio ai vertici del sistema in termini di qualità ed efficienza”, ha dichiarato Ferrarini, responsabile private banking di Banca Euromobiliare. “Il nostro modello di servizio è basato sulla corretta interpretazione dei bisogni e delle aspettative del cliente, sull’attento presidio del rischio e sull’offerta di soluzioni di investimento dei migliori player a livello globale senza conflitti di interessi. I nostri punti di forza sono anche rappresentati dalla nostra storia, con oltre 40 anni di esperienza nel settore, e dall’appartenenza al gruppo Credem, uno dei gruppi bancari più solidi in Italia come confermato anche dai recenti stress test della Banca centrale europea”.

SERVIZIO DI CONSULENZA EVOLUTA
– Nel corso del 2015 l’istituto proseguirà lo sviluppo del modello di business basato su consulenza finanziaria evoluta, gestioni patrimoniali personalizzate e servizi di corporate finance & investment banking. In particolare, il servizio di consulenza evoluta prevede strumenti di reportistica per il monitoraggio degli asset sotto consulenza. Le analisi prodotte dal team di advisory si traducono in raccomandazioni di investimento in azioni, obbligazioni, etf, oicr e soluzioni assicurative in linea con il profilo del cliente dei principali asset manager internazionali. Banca Euromobiliare opera in tutta Italia attraverso 360 relationship manager con 34 sedi tra filiali e centri finanziari dedicati al private banking.

Share on Facebook0Tweet about this on Twitter0Share on LinkedIn0Email this to someonePrint this page

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Banca Euromobiliare, balzo dell’utile nel semestre

Banca Euromobiliare ingaggia due private

Banca Euromobiliare saluta 12 ingressi in tre mesi

Ti può anche interessare

L’Eba propone una bad bank europea

L'authority bancaria europealancia l'idea di creare una società veicolo per gestire i crediti soffe ...

Fineco prepara lo sbarco in Gran Bretagna

Il Sole24Ore parla del prossimo lancio di nuovi servizi nel Regno Unito da parte della società guid ...

Mifid 2, slitta al 5 luglio il voto in commissione alla Camera

È slittata al 5 luglio la votazione del parere sull’atto di governo 413 da parte della commission ...